ADAS, sistemi di assistenza avanzata: tutto ciò che c’è da sapere sulla guida sicura.

2
437

Oggi siamo sempre più multitasking. Siamo abituati a fare più cose nello stesso momento. Ma c’è un posto dove il multitasking è assolutamente vietato: al volante.

Uno sguardo di troppo al cellulare e in due secondi l’auto percorre decine di metri ed in un attimo ci troviamo a un palmo di distanza dal veicolo che precede o a un due metri dal pedone che sta attraversando.

A quel punto ci sono 3 possibilità: si può essere bravi e fortunati o può andare tutto male oppure ci si può affidare ai sistemi di assistenza avanzata alla guida (ADAS).

Ovviamente chi ha una guida attenta al 100% potrebbe anche non accorgersi mai della loro presenza, ma il fatto che ci siano comunque è una bella sicurezza in più.

Secondo uno studio del Boston Consulting Group, i sistemi ADAS possono evitare fino al 30% degli incidenti che ogni anno si verificano sulle strade americane, ma lo stesso principio può essere applicato globalmente.

 

Come funzionano gli ADAS?

Alla base dei sistemi di assistenza alla guida c’è la tecnologia. Non la tecnologia figlia del consumismo a cui siamo abituati, ma la tecnologia amica che grazie a una serie di sensori che raccolgono i dati (infrarossi, telecamere e radar) ci salva la vita.

Poi ci sono i componenti come il servosterzo elettrico che muove il volante, il controllo di stabilità che può frenare ogni ruota singolarmente e il navigatore che può tracciare i percorso con il Gps. Infine ci sono i software che gestiscono tutti questi sistemi e in alcuni casi dialogano con un “cervellone centrale” che sorveglia tutta la vettura.

 

Quali sono i principali sistemi ADAS?

Tempo avevamo già accennato ai sistemi ADAS in un precedente articolo, ma questa volta vogliamo approfondire ancor più l’argomento con un elenco esauriente.

 

ACC – Adaptive Cruise Control – Mantenimento della velocità di crociera e della distanza.

I sistemi ACC permettono di non toccare più l’acceleratore. Utilizzano il sensore radar per il mantenimento della velocità, una telecamera nel parabrezza e le indicazioni sull’itinerario fornite dal sistema di navigazione. In questo modo il cruise control mantiene la velocità impostata dal guidatore e la regola in base a quella dell’auto che precede, accelerando o rallentando se necessario. I sistemi più avanzati utilizzano le informazioni relative al percorso fornite dal navigatore, riconoscono la posizione dell’auto e regolano la velocità in prossimità di curve, incroci e rotonde. Può anche interagire con il Traffic Sign Recognition per adeguare l’andatura ai limiti di velocità che variano.

Se la tua auto non ha in dotazione questo sistema puoi usare Coyote che ti mostra in tempo reale il limite di velocità che devi rispettare in modo permanente. E quando stai premendo troppo sull’acceleratore, l’interfaccia diventa rossa per avvisarti e incitarti a ridurre la tua velocità. Inoltre puoi programmare un segnale acustico quando superi il limite.

AEB – Autonomous Emergency Braking – Frenata automatica di emergenza

Ci sono diversi sistemi, dai più semplici basati su una telecamera ai più complessi che utilizzano anche il radar. Tutti reagiscono almeno a velocità fino a 30 km/h – in questo caso vengono definiti come City Brake System – evitando le collisioni nel traffico a bassa velocità. Il riconoscimento dei pedoni o addirittura delle biciclette sono funzionalità dei sistemi più avanzati, allo stesso modo del funzionamento a velocità più elevate per cui è necessario il radar. Alcuni sistemi sono anche in grado di agire sul volante per evitare, se possibile, il tamponamento, ma è importante ricordare che più sale la velocità più diminuiscono le possibilità di riuscirci.

ALC – Adaptive Light Control – Controllo attivo delle luci

In questa categoria rientrano una serie di sistemi, che vanno dall’attivazione automatica dei fari anabbaglianti con il sensore crepuscolare alla gestione automatica dei fari abbaglianti. I sistemi più avanzati, supportati dai fari full Led “a matrice”, sono in grado di modificare il fascio luminoso spegnendo le zone corrispondenti al veicolo che precede o a quelli che arrivano dal senso di marcia opposto, per non abbagliarli, ma mantenendo accese tutte le altre.

APS – Automatic Parking System

In questa categoria rientrano tutti quei sistemi che sono in grado di riconoscere gli spazi di parcheggio, indicarli al guidatore ed effettuare le manovre agendo sullo sterzo e lasciando a chi è al volante solo il compito di accelerare e frenare. I sistemi più avanzati hanno bisogno di soli 80 cm di spazio oltre la lunghezza dell’auto per parcheggiare in longitudinale, possono frenare automaticamente in caso di emergenza e utilizzano una dozzina di sensori a ultrasuoni dislocati lungo tutto il perimetro dell’auto.

COYOTE – Trova Parcheggio

Se invece sei alla ricerca di un posteggio, puoi utilizzare il nuovo COYOTE NAV+ che grazie alla funzione “Trova Parcheggio”, segnala i parcheggi più vicini alla tua destinazione finale.

Blind Spot Monitor – Monitoraggio dell’angolo cieco

Se dall’abitacolo non c’è un’ottima visuale, puoi monitorare il cosiddetto angolo cieco, quella zona in cui un veicolo che ci sta superando non entra ancora nell’area di visione dello specchietto ed è anche nascosto dal montante posteriore dell’auto. I sensori radar installati al posteriore controllano la zona dietro e accanto all’auto rilevando la presenza di un’altra auto. Il sistema avvisa il guidatore del pericolo potenziale attivando un indicatore a Led nel retrovisore del lato corrispondente. Se il guidatore attiva la freccia nonostante l’avviso, il Led comincia a lampeggiare con intensità maggiore per richiamare l’attenzione di chi è al volante sul potenziale pericolo. Alcuni sistemi agiscono anche sul volante.

CMS – Camera Monitor System – Monitoraggio con videocamere

In questa categoria rientrano tutti quei sistemi che utilizzano le telecamere per monitorare i dintorni dell’auto. Si va da quelli più semplici con la sola retrocamera posteriore per la manovra, a quelli che ne hanno quattro per ogni lato della vettura e che tramite un software riescono anche a costruire una vista aerea dell’area esterna all’auto, proiettandola sul monitor del sistema di infotainment. I sistemi più avanzati permettono di vedere “dietro l’angolo”,perché le telecamera sono collocate molto in avanti rispetto alla carrozzeria, hanno angoli di visione fino a 190° e possono acquisire immagini grandangolari.

Coyote S con la sua video camera integrata, rientra in questa categoria.

Il dispositivo registra e salva automaticamente gli ultimi 5 minuti de tragitto percorso e visualizza le tipiche allerte COYOTE grazie alla realtà aumentata.

CTA – Cross Traffic Alert – Monitoraggio del traffico agli incroci

Utilizza telecamere e sensori. Si attiva quando si sta per attraversare un incrocio, avvisando il guidatore se qualche veicolo si sta avvicinando in maniera pericolosa da dietro l’angolo o da un’altra direzione che il guidatore non può vedere.

DAS – Driving Attention Assist – Monitoraggio dell’attenzione del conducente

Sono i sistemi che monitorano il livello di attenzione del guidatore, per evitare principalmente i colpi di sonno. Alcuni verificano lo stile di guida, altri controllano lo sguardo o la posizione della testa e in caso di pericolo producono un allarme sonoro, spesso accompagnato dal simbolo della tazzina di caffè e dall’invito a fare una pausa.

EDA – Emergency Driver Assistant – Assistente di emergenza per il guidatore

Funziona attraverso l’unione di quattro sistemi di assistenza alla guida. Se i sensori rilevano che il guidatore è in stato d’incoscienza, perché per un tempo determinato il guidatore non ha utilizzato né l’acceleratore, né i freni, né lo sterzo, il sistema avvia delle contromosse coordinate. Per prima cosa, il guidatore è oggetto di sollecitazioni tramite avvisi acustici, visivi e fisici (colpo di freno). Se non reagisce, si attiva la procedura di arresto d’emergenza: si attivano le quattro frecce d’emergenza e l’ACC facilita la frenata automatica e contribuendo a evitare che l’automobile tamponi i veicoli che precedono. Anche in strade con più corsie il sistema sterza in modo controllato fino alla corsia più a destra fino ad arrestare l’auto, chiamando al contempo i soccorsi.

HDC – Hill Descent Control – Assistente alla discesa

Particolarmente diffuso su Suv e crossover, prende il controllo dell’auto nelle discese più ripide, coordinando l’azione dei freni attraverso il sistema ESC e mantenendo una velocità predeterminata, di solito inferiore ai 5 km/h.

LCA – Lane Change Assist – Assistente al cambio di corsia

Solitamente si trova insieme ai sistemi ACC più avanzati ed è in grado di far cambiare corsia autonomamente all’auto per effettuare un sorpasso. Il conducente deve solo azionare l’indicazione di direzione.

LKA – Lane Keeping Assist – Assistente al mantenimento di corsia

Il Lane Assist aiuta il conducente a mantenere la propria corsia di marcia. Agendo insieme al Blind Spot Monitor il sistema reagisce con un impulso di controsterzo e con una vibrazione del volante per avvisare il guidatore del sopraggiungere di un’altra auto e del conseguente pericolo. Il sistema, se necessario, è capace di controsterzare.

COYOTE –  Cambio di corsia assistito

Grazie al sistema di assistenza al cambio di corsia, disponibile con COYOTE NAV+ e l’applicazione COYOTE per Android e Apple, non ti ritroverai mai più sulla strada sbagliata. Non avrai più dubbi sull’uscita o sull’esatta direzione da prendere. COYOTE visualizza chiaramente la strada da percorrere per una sicurezza ancora maggiore!

NVA – Night View Assit – Assistente alla visione notturna

Utilizza sensori a infrarossi e/o una telecamera termica per determinare la presenza di veicoli, esseri umani o animali nell’oscurità delle fasi di guida notturna, arrivando a guardare ben oltre la visione naturale del guidatore.

RTA – Rear Traffic Alert – Allarme per il traffico posteriore

Il Rear Traffic Alert si attiva quando si esce in retromarcia da parcheggi perpendicolari alla strada. I sensori radar monitorano le zone ai lati del posteriore del veicolo in aggiunta ai sensori di parcheggio a ultrasuoni, rilevando ciò che il guidatore non può vedere. Se il sistema rileva un veicolo che si sta avvicinando in direzione trasversale dietro l’auto, avvisa il guidatore del pericolo. Se egli non reagisce, il sistema frena autonomamente, evitando i danni da impatto o quantomeno riducendoli.

TJA – Traffic Jam Assistant – Assistente alla guida in coda

È una funzione avanzata dell’ACC che necessita del cambio automatico, perché è in grado di arrestare e far ripartire l’auto, nella marcia incolonnata in autostrada o in tangenziale, quando si verificano le situazioni di traffico a singhiozzo.

TSR – Traffic Sign Recognition – Riconoscimento dei segnali stradali

Attraverso le informazioni provenienti dalla telecamera anteriore è in grado di riportare sul cruscotto il limite di velocità in vigore nel tratto di strada percorsa. Il cartello del limite viene riportato sullo schermo del cruscotto o del navigatore.

COYOTE – Traffico in tempo reale 

Il sistema COYOTE monitora in tempo reale le condizioni del traffico, così da non restare imbottigliati e scegliere in tempo dei percorsi alternativi. Questi vengono proposti automaticamente con COYOTE NAV+ e l’applicazione COYOTE per Android e Apple.

COYOTE – Assistente alla guida per guidare in sicurezza

Con Coyote attivo monitori ogni situazione a rischio nel raggio di 30 Km e in più eviti tutor e autovelox fissi e mobili grazie alle segnalazioni in tempo reale inviate dalla community di oltre 5 milioni di utenti attivi in tutta Europa.

Vuoi provare tutte le funzioni di Coyote? Ora puoi ad un prezzo incredibile.
Approfittane subito.

2 Commenti

  1. Ho un coyote s ma ho difficolta di programmazione es: in zona tutor suona continuamente quando supero il limite e non solo quando supero la velocità media o quando sto passando sotto il rilevatore. Era meglio il primo modello. M. Arrigoni vs. Associato

    • Buonasera Maurizio,

      grazie per averci scritto.
      Ci dispiace che tu abbia problemi con la programmazione del tuo Coyote. Hai provato a sentire il nostro servizio clienti in merito?
      I nostri operatori sono disponibili dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 18, al numero 02 8295 1476 oppure alla mail servizio-coyote@moncoyote.com

      A presto
      Il team COYOTE Italia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here