Autunno, come prendersi cura dell’auto? 10 consigli

0
342
Manutenzione dell’auto in autunno

L’automobilista medio tende a concentrare tutta la propria attenzione per la manutenzione dell’auto in due stagioni, ovvero in estate e in inverno. Durante i mesi estivi, infatti, l’auto affronta spesso lunghi viaggi e ha a che fare con temperature molto alte, richiedendo qualche cura particolare. L’inverno, poi, con le sue temperature freddissime, con la neve e le strade gelate, mette alla prova qualsiasi automobile. Ma questo non significa di certo che, nelle stagioni “intermedie”, ci si possa dimenticare della cura del nostro veicolo! Al contrario: ogni stagione prevede degli interventi specifici per prolungare la vita dell’auto, per renderla più sicura e per prevenire delle riparazioni costose. Per questo motivo oggi vedremo insieme quelli che sono le mosse principali per la manutenzione dell’auto in autunno, e quindi in questo particolare periodo dell’anno. Seguendo ogni consiglio di questa lista si avrà una maggiore certezza di circolare con una macchina in buono stato, senza rischiare consumi eccessivi, rotture o multe. 

Manutenzione dell’auto in autunno: 10 interventi da non dimenticare

Antigelo

A partire da ottobre, inesorabilmente, le temperature sono destinate ad andare a picco. In certe annate il termometro scende pian piano, restando aggrappato a lungo all’estate, mentre altre volte la discesa è repentina e improvvisa. Prima o dopo, in ogni caso, le temperature si abbasseranno fino ai 0 gradi centigradi: per questo motivo è essenziale aggiungere un po’ di antigelo ai liquidi dell’auto che, altrimenti, rischierebbero di congelare. Si parla ovviamente del liquido di raffreddamento e del liquido lavavetri: è dunque l’occasione giusta anche per controllare il livello di questi serbatoi, facendo eventualmente un rabbocco.

Olio motore e filtro

Ecco un altro liquido da controllare ed eventualmente sostituire. Perché effettuare questo controllo durante la manutenzione dell’auto in autunno? Prima di tutto perché il controllo dell’olio motore dovrebbe essere fatto regolarmente, soprattutto nelle auto non nuovissime. In secondo luogo perché, con il progressivo diminuire delle temperature, l’olio vecchio tende a divenire sempre più viscoso, rischiando di danneggiare il filtro, e dunque il motore. É consigliabile quindi controllare il livello dell’olio, ed eventualmente cambiarlo, e fare lo stesso con il filtro dell’olio.

Luci

Sì, con l’autunno, purtroppo, le giornate diventano sempre più corte. Il tramonto arriva sempre prima! Ne consegue dunque che aumentano le situazioni in cui ci si trova a guidare con il buio, anche nel tardo pomeriggio. Vale quindi la pena controllare a inizio stagione tutti i fari dell’auto, con un controllo complessivo e attento. Si parla quindi di anabbaglianti e abbaglianti, ma anche di luci di posizione, fendinebbia, luci di stop, fanali per la retromarcia e ovviamente frecce, anteriori e posteriori.

Batteria

Le stagioni fredde non sono le migliori per la batteria dell’auto, per vari motivi. Prima di tutto c’è da sottolineare quanto le temperature basse possano fare male alle batterie. Non è un caso se proprio in questo periodo si moltiplicano i casi in cui le automobili si rifiutano di accendersi, abbisognando di un avviatore d’emergenza! A contribuire allo stress delle batterie concorre poi anche il lavoro aggiuntivo che l’impianto elettrico dell’auto si trova a dover gestire, tra luci, riscaldamento, tergicristalli e via dicendo. Meglio controllare la salute delle batterie, ed eventualmente procedere con la loro sostituzione prima dell’inverno!

Lavare l’auto

Potrebbe sembrare strano, ma anche il lavaggio dell’auto è uno dei passaggi chiave per la manutenzione dell’automobile in autunno. Al di là dell’estetica, infatti, il lavaggio dell’auto è fondamentale per mantenerla in forma. Chi non lava spesso l’automobile potrebbe infatti avere a che fare con uno strato di polvere importante sui fari, tale da ridurre la loro efficacia. O ancora, la sporcizia eccessiva può finire per rovinare la carrozzeria, soprattutto nel momento in cui, con l’autunno inoltrato, si comincia a marciare su strade con sale antighiaccio. Non bisogna poi scordare che l’autunno è la stagione in cui gli alberi perdono le foglie: meglio ricordarsi di togliere gli accumuli di fogliame che potrebbero andare a ostruire gli sfiati tra parabrezza e cofano!

Pneumatici

Il controllo degli pneumatici deve essere fatto regolarmente nel tempo, per verificare lo stato del battistrada e pressione. Ma non è tutto qui: è infatti necessario ricordarsi che, a partire dal 15 novembre, entra in vigore l’obbligo di montare le apposite gomme invernali. L’alternativa, come è noto, è avere a bordo altre dotazioni per affrontare strade ghiacciate o innevate, ma il consiglio è sempre quello di viaggiare con pneumatici in grado di affrontare le strade invernali. A questo scopo è bene non farsi trovare impreparati: nei giorni prossimi alla scadenza o alle prime nevicate, infatti, i gommisti saranno pieni di lavoro!

Tergicristalli

Le precipitazioni in autunno sono solitamente abbondanti. A questo va sommata la pulizia non sempre ottimale delle strade, a causa del fogliame e, più tardi, del sale antighiaccio. Per questi motivi i tergicristalli, in autunno, hanno un sovraccarico di lavoro. Per essere certi di avere un parabrezza ben pulito, per una guida sicura – soprattutto durante le ore di buio – è bene controllare le spazzole, e in caso sostituirle.

Parabrezza

Mentre si controllano i tergicristalli vale la pena buttare un’occhiata anche al parabrezza. Ci sono righe o crepe nascoste? Meglio scoprirle per tempo ed eventualmente richiedere una tempestiva sostituzione del parabrezza, prima che le temperature rigide possano aggravare la situazione rendendo il tutto molto pericoloso!

Climatizzatore

Non devi pensare che, passata l’estate, il climatizzatore non ti serva più. Al contrario: il climatizzatore dell’auto è prezioso anche in autunno e in inverno, aiutando ad assorbire gli eccessi di umidità tipici dei queste stagioni fredde e, per l’appunto, umide. Molto meglio che l’impianto di climatizzazione sia in buona forma, anche solo per evitare l’umidità sul parabrezza, con la conseguente riduzione di visibilità!

Resistenze elettriche lunotto

Ecco qualcosa che, solitamente, durante l’estate non si usa affatto. Parliamo ovviamente delle resistenze elettriche del lunotto, che hanno il compito di disappannare, sbrinare o scongelare il lunotto termico. Con l’arrivo dell’inverno molto meglio non farsi cogliere impreparati, e controllare l’effettivo funzionamento di queste componenti elettriche

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here