Batteria auto: 5 consigli per superare l’inverno

0
1599
Batteria auto

Mancano pochi giorni all’inizio ufficiale dell’inverno, ma le temperature hanno cominciato a scendere già da parecchie settimane. E si sa, con l’avanzare del gelo aumentano anche le attenzioni da dedicare alle nostre automobili, per viaggiare sempre in sicurezza e per evitare danni e fastidi. Non basta, quindi, pensare alle classiche dotazioni invernali, come gomme termiche e catene da neve. È necessario fare qualcosina in più, a partire dalla manutenzione della batteria: durante questi mesi gelidi, infatti, è molto probabile ritrovarsi con delle batterie a terra, e quindi con macchine che non partono! Il concetto di partenza è del resto semplice: d’inverno, quando le temperature sono molto basse, il motore ha bisogno di più elettricità per avviarsi, mettendo in crisi delle batterie non perfettamente curate durante l’anno. Di più: il riscaldamento e la necessità di usare più di frequente i fari – con le giornate che durano poco – stressano ulteriormente la batteria dell’auto. Ecco, quindi, 5 consigli per mantenerla in ottime condizioni anche d’inverno!

Batteria auto: 5 consigli per un inverno senza problemi

Mai ferma troppo a lungo: il primo consiglio per una batteria in buone condizioni è quello di evitare periodi di inutilizzo troppo lunghi. Più nello specifico, chi prevede di non utilizzare l’automobile per un lasso di tempo importante dovrebbe ricordarsi di scollegare la batteria, così da ridurne il consumo. In linea di massima è consigliabile ricordarsi di usare l’automobile come minimo per una o due ore ogni tre settimane. La soluzione ottimale, per chi usa poco l’auto, sarebbe in ogni caso quella di approfittare di un mantenitore di carica da collegare all’auto in garage.

Ridurre le vibrazioni: non tutti lo sanno, ma è proprio così: le vibrazioni tendono a peggiorare le performance delle batterie. Per avere una batteria in buone condizioni è quindi necessario assicurarsi che questi elementi siano ben fermi nel vano motore, controllando l’effettiva chiusura delle staffe di fissaggio. Questo problema, va sottolineato, si presenta in modo particolare in caso di batterie maggiorate, che non permettono di chiudere in modo efficace le cinghie originali. In queste situazioni è bene chiedere al proprio meccanico di fiducia di installare delle staffe aggiuntive.

Non pensare solamente all’inverno: non solo le temperature basse danneggiano le batterie. La temperatura ideale per questi dispositivi è di circa 20 gradi, e questo vuol dire che anche le alte temperature estive provocano dei danni. É meglio, quindi, ricordarsi di ricaricare regolarmente la batteria anche d’estate, senza limitarsi a curare questo dispositivo solo in inverno.

Non solo spostamenti brevi: come anticipato, in inverno l’auto richiede più energia. Partendo da questo presupposto, è bene non dimenticare che la batteria richiede del tempo per ricaricarsi durante l’utilizzo. Chi usa l’auto solamente per spostamenti brevi, quindi, non riuscirà a garantire un livello sufficiente di carica per tutto l’inverno: in questi casi è bene ricaricare di tanto in tanto la batteria con un apposito caricabatterie.

Controlli regolari: le batterie invecchiando non si limitano a scaricarsi. Le componenti elettrochimiche con cui sono realizzate si rovinano nel tempo, portando mese dopo mese a una sempre maggiore probabilità di danni. Per evitare di ritrovarsi in panne lontani da casa è quindimolto meglio testare regolarmente la batteria.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here