Batteria auto: come verificare il livello di carica

0
387
Livello carica batteria auto

Solitamente accade la mattina, nel momento in cui ci si deve recare a lavoro, quando magari si sono già accumulati due o tre minuti di ritardo. Si arriva alla macchina, parcheggiata in garage o sotto casa, ci si siede al volante, si allaccia la cintura, si infila la chiave, la si gira, e no, la macchina non si accende. Che cosa può essere successo? Se l’auto prova ad accendersi, se dunque si sente il tipico rumore dell’accensione, ma nulla accade, molto probabilmente – quasi sicuramente – il problema è da individuare nella batteria. Forse la batteria è vecchia, e non tiene più la carica. Oppure, forse, ci si è dimenticati di spegnere i fari, e così la batteria durante la notte si è scaricata. Come capire qual è il problema che ci si trova di fronte? Si avrà una batteria scarica oppure una batteria da buttare? Per capirlo non si deve fare altro che verificare il livello di carica della batteria dell’auto ed eventualmente ricaricarla. Vediamo come fare!

Verificare il livello di carica della batteria auto

Controllare il livello di carica della batteria auto non è per nulla difficile. Per farlo basta avere a disposizione un voltmetro o un multimetro, accessori che possono essere acquistati a prezzi decisamente bassi. In realtà non si dovrebbe misurare il livello di carica della batteria dell’auto solamente in caso di emergenza. Questa operazione andrebbe invece fatta periodicamente, per evitare di ritrovarsi in situazioni spiacevoli come quella che abbiamo descritto qui sopra.

Per prima cosa, quindi, bisogna dotarsi di un voltmetro o di un multimetro. Il primo può misurare solamente la tensione, mentre il secondo è più versatile, andando a misurare la resistenza elettrica, la corrente e quant’altro. Per verificare il livello di carica della batteria dell’automobile, in ogni caso, il voltmetro è più che sufficiente. Sarà sufficiente – a macchina spenta – aprire il cofano, individuare la batteria e i suoi due terminali. A questo punto sarà necessario collegare il morsetto positivo – quello rosso – al terminale positivo della batteria, per poi connettere anche il polo negativo.  Si potrà così visualizzare il livello di tensione, e quindi di carica, della batteria dell’auto.

Sullo schermo del dispositivo si vedranno dei valori espressi in volt. Una batteria nuova a motore spento solitamente presenta dei valori compresi tra i 12,7 e i 13 volt, laddove invece delle batterie più vissute si limiteranno intorno ai 12,4 volt. Se il numero di volt è inferiore, la batteria è scarica, e va dunque caricata. Va specificato che la batteria dovrebbe essere ricaricata ogni volta che la tensione scende al di sotto di questa soglia “limite”.

La manutenzione della batteria dell’auto

Le batterie delle auto non sono eterne: solitamente resistono tra i 2 e i 5 anni, per poi dover essere sostituite. Per farle durare più a lungo è consigliabile mantenere ben puliti i poli come i morsetti, eliminando la polvere nonché gli eventuali risultati della corrosione, usando eventualmente del bicarbonato di sodio. Una batteria mantenuta sempre al massimo di livello di carica, inoltre, dura di più.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here