Batteria auto, ecco come riciclarla

0
81
batteria dell'auto

Come riciclare la batteria dell’auto? Durante il suo normale ciclo di vita, un’automobile si trova a cambiare diverse una, due o più batterie. Come devono essere smaltite quelle esauste? Ebbene, come sappiamo questi elementi sono realizzati con sostanze particolarmente inquinanti, che per nessuna ragione possono essere disperse nell’ambiente. Parliamo infatti di acidi, di piombo e di altri metalli pesanti che potrebbero avere un impatto gravissimo a livello ambientale. Da qui dunque la necessità di adottare la dovute accortezze per lo smaltimento delle batterie delle auto, che devono essere conferite lì dove previsto. Vediamo quindi quali sono le possibili opzioni da seguire per evitare di inquinare e per non ricevere multe salate.

Riciclare la batteria dell’auto: ci pensa il meccanico

Cosa facciamo quando l’automobile fatica ad accendersi? Solitamente diamo la colpa a due elementi, ovvero alla batteria o al motorino di avviamento. Nella maggior parte dei casi, a spinta o con dei cavi, è possibile superare il problema e accendere comunque l’automobile, che però deve a questo punto essere portata dal meccanico per un controllo. Qui non di rado viene sentenziata la fine della batteria, ormai troppo usurata per reggere la carica, o del tutto danneggiata. In questi casi la sostituzione è l’unica via percorribile, con il meccanico che stacca i morsetti, rimuove la vecchia batteria dalla sua sede, posiziona quella nuova, la connette e chiude il cofano. Bastano pochi minuti, e l’auto è pronta per tornare in strada. Resta però la vecchia batteria, che in questo caso può essere smaltita direttamente dal meccanico, senza ulteriori costi per il cliente. Va infatti precisato che il meccanico, in qualità di rivenditore di batterie, è obbligato ad occuparsi dello smaltimento degli esemplari esausti, il cui costo è coperto già al momento dell’acquisto di una batteria nuova.

Attenzione, però: il meccanico procederà allo smaltimento della batteria vecchia solamente quando questa sarà disinstallata direttamente in officina. Se il lavoro viene effettuato da qualcun altro, egli non dovrà occuparsi dello smaltimento di questo rifiuto inquinante, non conoscendone con certezza la provenienza. Come fare in questo caso?

Riciclare la batteria dell’auto senza meccanico

Cambiare la batteria dell’auto non è affatto difficile. Va poi sottolineato che è possibile acquistare questi componenti in tanti negozi per il fai da te. Ecco allora che molto spesso ci si trova a dover smaltire in autonomia una vecchia batteria. Come fare? Ci si dovrà in questo caso rivolgere ai punti di raccolta del proprio Comune, eventualmente telefonando in precedenza per sapere in quale centro preciso è effettuato questo servizio di ritiro. Eventualmente, per sapere quali sono i punti di raccolta abilitati più vicini, è possibile contattare il COBAT (Consorzio Obbligatorio per le Batterie al Piombo Esauste e i Rifiuti Piombosi).

In chiusura, può essere utile sapere che anche le batterie delle auto elettriche, decisamente più grandi, e solitamente a litio, seguono i due stessi percorsi delle normali batterie. Ecco allora che potranno essere smaltite sia presso un meccanico, sia presso un punto di raccolta abilitato. Il costo per l’operazione è però maggiore: per questo potrebbe essere richiesto un contributo di pochi euro (all’incirca 5) per procedere con lo smaltimento.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here