Cartelli stradali divertenti: i migliori dal web

0
1252
cartelli stradali simpatici

Cartelli stradali divertenti? Di solito i segnali stradali sono tutto fuorché simpatici. Si tratta infatti di avvisi assolutamente seri che indicano di volta in volta obblighi, divieti, e direzioni da prendere e via dicendo. Se volessimo individuare degli aggettivi con cui descrivere questi elementi così conosciuti potremmo quindi usare parole come seri, importanti, tutt’al più colorati, ma non certo divertenti. Certe volte, però, anche i cartelli stradali possono strappare un sorriso, o persino una sonora risata. A volte lo fanno in modo del tutto involontario, mentre altre volte è l’intervento di qualche simpaticone a rendere questi cartelli fonte di buon umore. Oggi vedremo quindi alcune fotografie di cartelli stradali divertenti disseminati lungo le strade italiane, raccolte cercandole qui e lì in rete. Qual è il cartello stradale più divertente secondo te?

Quando i cartelli fanno ridere per i giochi di parole

Di certo in Italia non mancano le cittadine e i paesini con nomi quantomeno stravaganti. Pensiamo al piccolo paesino in provincia di Como che si chiama Fiumelatte, oppure al senese Belsedere. O ancora, in provincia di Perugia c’è chi abita a Casa del Diavolo, come a Modena c’è una località piuttosto intimidatoria, battezzata Altolà. E ancora, c’è Golasecca sulle rive del Ticino, Lunamatrona in Sardegna, Lardello nella provincia di Pisa, Strangolagalli in quel di Frosinone, Paperino in quel di Prato, Donnadolce nel ragusano e via dicendo. Con toponimi di questo tipo non sorprende che i cartelli stradali che indicano le varie direzioni da prendere, di tanto in tanto, offrano involontariamente un sorriso ai viaggiatori. Talvolta, però, è la combinazione di due cartelli stradali curiosi a rendere il risultato davvero esplosivo.

Si pensi al gioco di parole che si incontra su una strada toscana, in provincia di Lucca, quando il viaggiatore si trova di fronte a due opzioni piuttosto stravaganti:

Certe volte la scelta dei toponimi sembra davvero incredibile, ed è ancora più spassoso quando dei toponimi strani e affini trovano spazio sulla stessa strada. In questo caso specifico, in provincia di Alessandria, la cartellonistica stradale riesce a tirare in ballo persino dei congiuntivi. Non ci sono dubbi: se i local guardano senza batter ciglio questi segnali, i turisti non possono che farsi una piccola risata.

Talvolta i giochi di parole sono ancora più inconsapevoli, e risultano tali solamente per chi parla un’altra lingua. Si pensi per esempio alle tante combinazioni che si possono trovare nei dintorni di Nizza, città francese che in francese viene presentata come Nice. Per i visitatori anglossassoni (per i quali “nice” significa “gentile” oppure “piacevole”) i giochi di parole e gli accostamenti curiosi si sprecano!

Cartelli stradali divertenti: modifiche perfette

Altre volte invece la simpatia di certi cartelli stradali divertenti non è affatto casuale o spontanea. Molte volte infatti c’è la mano di qualche artista, che ha saputo rendere decisamente più divertente un cartello stradale con il disegno giusto sul cartello giusto.

I protagonisti di queste piccole opere artistiche sono spesso propri gli omini stilizzati che troviamo comunemente sui cartelli stradali, come per esempio su quelli che indicano un attraversamento pedonale o un percorso ciclopedonale. Ecco allora che, per esempio, è possibile incontrare degli omini impegnati nel rubare la linea di un segnale di un divieto di accesso, e ci possiamo quasi immaginare questo cartello diventare semplicemente un cerchio rosso.


Nella maggior parte dei casi si tratta di omini stilizzati assolutamente semplici, i quali però abbandonano le loro posizioni naturali per creare delle piccole scenette sulla cartellonistica. In altri casi c’è un’elaborazione ancora maggiore. In questo cartello per esempio il protagonista non è un omino qualsiasi: si tratta infatti di un vigile, che sembra esternare tutto il suo affetto per questo segnale di divieto.

Ovviamente i limiti della fantasia, in questi casi, possono essere spostati in avanti di continuo, per creare delle fantastiche opere d’arte. Ecco che allora girando per le strade è possibile trovare cartelli di divieto che riportano al centro una strega che vola sulla scopa, o altri segnali trasformati in piscine per omini in cerca di relax.

Altre volte ancora è la stessa amministrazione comunale a posizionare dei segnali fantasiosi ma assolutamente seri, i quali però non possono che far sorridere. Come segnalare in modo più efficace il divieto di dare sfogo ai propri bisogni impellenti nel verde urbano? Qui, oltre al divieto, vengono peraltro indicate anche delle veloci alternative.

Cartelli stradali stravaganti, all’estero


Indubbiamente i cartelli stradali più divertenti e sorprendenti sono quelli che si incontrano all’estero, dove in fatto di cartellonistica esistono spesso altre regole e altre abitudini. Il bello è che talvolta i cartelli stradali che si trovano negli altri paesi sono talmente singolari da portare il turista a interrogarsi sulla loro natura: si tratta di veri cartelli o di uno scherzo?

Una domanda di questo genere ce la si potrebbe porre nello scorgere per la prima volta i cartelli stradali britannici che indicano il pericolo di attraversamento rospi. Sempre nel Regno Unito, peraltro, è possibile trovare dei cartelli stradali che segnalano all’automobilista il pericolo di attraversamento oche. In Nuova Zelanda e in Australia la situazione è ancora più stravagante, con segnali che invitano a rallentare per l’attraversamento di pinguini, di tartarughe, di canguri, di koala o persino di dromedari. Sono invece da considerarsi scherzosi – ma nemmeno troppo – i cartelli che segnalano non la caduta di massi, quanto la caduta di mucche o di pinguini!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here