Come cambiare una gomma bucata? Una guida

0
195
cambiare una gomma bucata

Ecco una grana che può succedere davvero a chiunque. Per la presenza di un sassolino particolarmente affilato, per il contatto con un marciapiede tagliente durante un parcheggio. E ancora, per l’inavvertito calpestio di rottami di un incidente sulla carreggiata, per la pressione eccessiva della gomma, o per tanti altri motivi diversi. Parliamo, ovviamente, della foratura di uno pneumatico, una seccatura che può capitare a tutti, in qualsiasi momento. Per questo motivo è quindi necessario prepararsi ad affrontare la sostituzione della gomma bucata, sia a livello mentale che a livello di strumenti.

Vediamo, quindi, come cambiare una gomma bucata nel modo corretto e senza rischi!

Prima di cambiare una gomma bucata

Come dovrebbe essere il luogo ideale? Deve essere una superficie piana, con un fondo non cedevole. A questo punto, dopo aver parcheggiato la macchina, è necessario accendere le quattro frecce – in modo da segnalare la propria presenza agli altri utenti della strada. Fatto ciò, lungo la strada, è d’obbligo indossare il gilet catarifrangente e posizionare eventualmente il triangolo di emergenza. Dopo questi preparativi, è possibile cambiare la gomma bucata.

Cosa fare nel momento in cui ci si accorge di aver bucato mentre si guida? Prima di tutto, non bisogna farsi prendere dal panico. È bene ridurre la velocità e mantenere la traiettoria e, senza creare problemi al traffico, spostarsi nella corsia di destra. A questo punto l’obiettivo è quello di fermarsi alla prima piazzola utile, e comunque in un luogo che ci permetta di cambiare la gomma bucata in sicurezza. Per ovvi motivi, è bene ridurre al minimo la distanza percorsa con uno pneumatico forato.

Come sostituire uno pneumatico forato

Per prima cosa, è bene assicurarsi di immobilizzare l’auto, che deve essere spenta, con freno a mano azionato e con marcia (prima o retromarcia) inserita. Per maggiore sicurezza, è bene appoggiare un oggetto pesante, come un cuneo o un sasso, di fronte alle ruote anteriori e posteriori, così da evitare qualsiasi rischioso movimento.

È ora possibile inserire il cric sotto il telaio. Più nello specifico, nelle vicinanze della gomma bucata, sarà possibile individuare la sede apposita dove inserire la testa del cric.

Si procede azionando il cric, fermandosi nel momento in cui questo è in tensione, ma prima di alzare la ruota da terra: è questo, infatti, il momento giusto per allentare i dadi della ruota da sostituire. La chiave apposita si trova nello stesso kit del cric: non si dovrà fare altro che ruotare i bulloni in senso antiorario.

Quando tutti i dati della ruota bucata saranno allentati, sarà possibile completare il sollevamento dell’auto, per poi rimuovere del tutto i dadi.

A questo punto la ruota danneggiata è libera: è possibile rimuoverla per inserire sul mozzo la ruota di scorta.

Usando la medesima chiave, è possibile ora inserire e quindi stringere i dadi, così da mettere in sicurezza la nuova gomma.

Dopo aver fissato per bene i dati, è possibile abbassare il cric e quindi riportare l’auto a terra. A questo punto è possibile riprendere il proprio viaggio, avendo cura di passare il prima possibile da un gommista per riparare – o sostituire – la gomma bucata. Non è mai una buona idea viaggiare senza una ruota di scorta, e chi ha appena bucato dovrebbe saperlo molto bene!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here