Fotografati da un autovelox su un’auto a noleggio. Chi paga?

0
706

Al giorno d’oggi l’auto di proprietà non è più un must-have. I motivi per non averla sono tanti, assicurazione e spese di manutenzione fra tutti.

Chi abita in città dispone di ogni tipo di mezzo di trasporto per muoversi in totale libertà, dai più classici come bus, tram e metro, a tutti quelli della share-economy.

I prezzi attuali dei car-sharing sono abbordabili per chiunque. Un minuto di noleggio costa intorno ai 25 centesimi e porta un sacco di vantaggi: ad esempio il carburante, il parcheggio, l’assicurazione, il ticket dell’area-C non si pagano.

Chi invece ha bisogno di un’auto per un periodo più lungo di tempo, può decidere di prenderla a noleggio.

La legge è molto chiara nel definire questo tipo di contratto. Secondo il codice della strada “si ha l’uso di terzi quando un veicolo è utilizzato, dietro corrispettivo, nell’interesse di persone diverse dall’intestatario della carta di circolazione. Negli altri casi il veicolo si intende adibito a uso proprio.”

 

Ma cosa succede se si commette un’infrazione mentre si è alla guida di una di queste vetture? Chi paga la multa?

Scommetto che vi siete fatti parecchie volte questa domanda e per comodo o per scaramanzia avrete pensato qualcosa del tipo: “tanto non mi arriverà mai” oppure “se prendo la multa all’estero, mica arriva in Italia”.

Questo è un po’ il pensiero comune a tutti quelli che sperano sempre di farla franca. Ma purtroppo non tutte le volte va a finire bene.

Il Car-sharing e il noleggio hanno molti lati positivi, ma tra questi non c’è di sicuro il “multa-free”.

Anche qui la legge è piuttosto chiara in materia.

Sintetizzando possiamo dire l’utilizzatore è obbligato a pagare la multa per l’auto a noleggio se è anche l’effettivo conducente. Tuttavia, la società è responsabile in solido e riceve comunque il verbale. C’è solo una piccola differenza procedurale in questi due casi: se c’è una contravvenzione non contestata immediatamente, la multa arriva prima alla società e solo dopo, con la collaborazione di quest’ultima, al trasgressore; se invece abbiamo una multa contestata al momento, la notifica è effettuata prima al trasgressore (con la consegna diretta) e poi alla società.

Il trasgressore, entro un tempo massimo di 90 giorni dal momento in cui ha ricevuto la notifica della multa, ha l’obbligo di risarcire il danno arrecato oppure presentare eventuale ricorso nei 90 giorni di tempo. A volte può capitare che le società di noleggio, anziché rinotificare la multa, possono pagarla anche direttamente e rifatturarla successivamente al cliente.

 

Se siete su un’auto a noleggio da oggi potete non prendere multe.

Come? Grazie a Coyote che con l’app è sempre con voi!
Installandola sul vostro smartphone avrete questo servizio sempre a disposizione, ovunque e con qualunque mezzo siate.
Coyote potrà segnalarvi così tutti gli autovelox e i tutor fissi e mobili presenti sul vostro itinerario di guida. Basterà attivare l’app per evitare numerosi imprevisti, dalle “foto indesiderate”, alle code nel traffico, oltre a tutti i pericoli presenti lungo la strada, grazie alle previsioni che vi indicheranno quale percorso alternativo prendere in caso di necessità. Scaricatela subito, funziona anche se avete un’auto di proprietà!

A presto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here