Grip control: che cos’è e come funziona?

0
174
Grip control

Non c’è che dire, negli ultimi anni le automobili sono diventate via via sempre più tecnologiche. C’è ancora un po’ di strada da fare prima di arrivare a una reale commercializzazione delle auto a guida autonoma, è vero. Ma bisogna ammettere che già oggi le nostre automobili ci offrono delle funzionalità davvero intelligenti, per guidare in modo più comodo e più sicuro, con i veicoli che si fanno carico di sempre più attività. Tra le novità più interessanti degli ultimi anni c’è certamente il grip control, ovvero l’optional introdotto dall’ex Gruppo PSA, e in particolare da Peugeot e Citroën. Ma cosa è, e come funziona il grip control?

Cosa è il grip control

Come suggerisce il nome, il grip control è una tecnologia che ha che fare con il grip, ovvero con l’aderenza delle ruote sul fondo stradale. Di fatto l’obiettivo è quello di dare un aiutino elettronico all’automobilista, così da poter avere sempre la massima aderenza, in qualsiasi situazione, per poter guidare in modo più sicuro. Questo optional è stato introdotto a partire da modelli come Citroën C3 Aircross e Peugeot 3008, i quali presentano una manopola attraverso la quale impostare la modalità di grip control. Sì, perché l’aiutino elettronico dato da questo optional muta in base al tipo di fondo stradale che si deve affrontare: vediamo quali sono le modalità previste per il grip control.

Grip control: le modalità di guida

Sono in tutto 5 le modalità di guida previste dal grip control di casa Peugeot e Citroën, ovvero:

Standard: la prima modalità è quella che viene utilizzata più di frequente, pensata per tutti i fondi stradali con un basso livello di pattinamento. Parliamo, quindi, del fondo asfaltato, con il grip control che si adatta sensibilmente in base alle condizioni della strada.

Sabbia: questa modalità è invece pensata per essere attivata nel momento in cui si affrontano dei tracciati sterrati. In questo caso gli obiettivi sono due: da una parte, il grip control riduce al minimo le probabilità di slittamento, e dall’altra lavora anche per diminuire le possibilità di insabbiamento, per non rischiare di bloccarsi. A questo scopo il grip control consente il pattinamento simultaneo e controllato delle ruote motrici. Va sottolineato che questa modalità può essere utilizzata fino a una velocità massima di 120 chilometri orari.

Fango: quando si guida su fondi fangoso le probabilità di perdere la trazione aumentano. Per questo motivo, con questa modalità, il grip control permette un pattinamento marcato della singola ruota che perde aderenza, per recuperare rapidamente la trazione. La ruota aderente, al contrario, viene caricata con il maggior numero di coppia. Si tratta di una modalità da usare per tratti brevi, e comunque al di sotto dei 50 chilometri orari.

Neve: ecco una delle modalità più apprezzate del grip control, da usare solo con strade molto innevate o in presenza di pendenze importanti. Da usare fino agli 80 chilometri orari, adatta continuamente il pattinamento delle singole ruote motrici in base alle condizioni del fondo stradale.

ESP OFF: questa modalità disattiva il grip control e l’ESP, e può essere utilizzato solo fino a 50 chilometri orari (oltre questa soglia il grip control si riattiva automaticamente).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here