Guida sicura: i punti più importanti da seguire

0
100
guida sicura

Nel 2017 i morti sulle strade in Italia erano aumentati del 2,9% rispetto all’anno precedente, con 3.378 decessi. L’anno seguente, il 2018, ha segnato un miglioramento, con una diminuzione del 2% delle vittime, in tutto 3.310. Purtroppo, però, i numeri relativi al 2019 mostrano una situazione in nuovo peggioramento. E questo a fronte del continuo sviluppo tecnologico delle nuove automobili che arrivano sul mercato, le quali vantano nella maggior parte dei casi ottime dotazioni per quanto riguarda la sicurezza. Ma si sa, il parco auto italiano in media ha 11 anni, e a questo si sommano le condizioni stradali non sempre ottime e, soprattutto, la leggerezza con cui tanti conducenti affrontano la strada. La fretta e la distrazione, in ogni modo, restano le principali cause di incidente: ecco, quindi, cinque consigli per una guida sicura, in qualsiasi situazione, a prescindere dalla fretta e dagli altri impegni.

Cinque consigli per una guida più sicura

Guidare sempre automobili in buone condizioni: mettersi in strada con un veicolo caratterizzato da una cattiva manutenzione è altamente pericoloso. Si pensi per esempio a cosa significa guidare con delle gomme eccessivamente usurate e quindi lisce, o cosa vuol dire affrontare strade ghiacciate con degli pneumatici estivi. Ma a compromettere la sicurezza complessiva dell’auto non ci sono solamente i battistrada: è necessario controllare periodicamente anche la situazione dell’impianto frenante. Per evitare pericolosi stop lungo la strada è poi necessario pianificare dei check-up costanti a motore, liquido di raffreddamento, batteria e via dicendo.

Fondo stradale bagnato o ghiacciato: l’attenzione alla guida deve sempre essere alta. Su fondo stradale reso scivoloso dalla pioggia o dalle basse temperature l’attenzione deve però essere doppia, e quindi al massimo. In linea generale la velocità deve moderata, e le distanze di sicurezza devono aumentare.

Guardare i segnali, tutti: non esistono segnali stradali inutili. Molte persone si limitano a guardare i soli segnali relativi ai limiti di velocità – senza peraltro rispettarli sempre. Ma per guidare in modo sicuro è fondamentale fare attenzione anche a tutti gli altri segnali, facendo attenzione in particolar modo ai cartelli che indicano pericolo, comportandosi di conseguenza. Di fronte a segnali che indicano curve pericolose, la possibile caduta di massi, l’attraversamento di animali selvatici o strada sdrucciolevole è necessario moderare la velocità e aumentare l’attenzione.

Alla guida riposati: per quanto possibile, è necessario evitare di mettersi al volante dopo una notte insonne, o magari dopo aver fatto un pasto particolarmente abbondante che potrebbe indurre sonnolenza. La stanchezza è uno dei principali pericoli lungo la strada!

Regolare il sedile: ecco una cosa a cui spesso non si pensa quando si tratta di consigli per una guida sicura. Eppure anche la posizione del sedile può essere importante. Per capire a che distanza posizionare il sedile è per esempio consigliabile provare ad appoggiare i polsi sulla parte superiore del volante: se non ce la facciamo, siamo troppo distanti. La schiena, e quindi la nostra spina dorsale, deve essere perfettamente appoggiata allo schienale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here