Guida sicura in autunno, cosa è bene controllare?

0
358
Guida sicura in autunno, cosa è bene controllare?

Siamo nel bel mezzo dell’autunno. Le temperature sono ormai quelle tipiche di questa stagione, con le classiche difficoltà nello scegliere l’abbigliamento giusto senza avere né caldo né freddo durante la giornata. In queste settimane il mondo intorno a noi è cambiato in modo notevole. Prima di tutto le giornate si sono accorciate velocemente, con il tramonto ad arrivare via via sempre più presto. La stessa natura ha cambiato veste: lì dove tutto era verde si sono fatti strada colori come il giallo, il marrone, il rosso e l’arancione, a creare la magia del foliage d’autunno. E proprio la progressiva rivalutazione delle bellezze di questa stagione, avvenuta negli ultimi anni, ha portato le persone a muoversi sempre di più tra ottobre, novembre e dicembre, con simpatici weekend fuori porta. Tra le mete autunnali italiane più note ci sono per esempio le Langhe, in Piemonte, tra borghi e vigneti, le gite nel Parco Nazionale del Gran Sasso, o ancora, i fine settimana aZafferana Etnea, in Sicilia, con le sue famose sagre. Ma attenzione: l’autunno nasconde peculiari minacce per chi si mette al volante, pericoli che è bene conoscere per ridurre al minimo i rischi. Per questo oggi abbiamo deciso di creare una breve lista di consigli per una guida sicura in autunno. Buona lettura!

Guida sicura in autunno: aumenta lo spazio di frenata

In media, nella nostra penisola, ottobre e novembre sono da sempre i mesi più piovosi. Il primato spetta proprio a novembre, il quale – stando ai dati dell’annuario dell’Istat – vanta una media di oltre 90 millimetri di pioggia. Alla pioggia frequente va poi sommato il fatto che tra ottobre e novembre l’umidità relativa è molto alta, così da avere dei fondi stradali bagnati anche quando, di fatto, non c’è stata alcuna reale precipitazione. E si sa, su asfalto viscido o bagnato lo spazio di frenata aumenta di parecchio, fino ad arrivare in certi casi a raddoppiare. Per questo motivo tra i principali consigli per una guida sicura in autunno c’è quello di aumentare la distanza di sicurezza dal veicolo che ci precede. Ma non è tutti qui, è bene anche assicurarsi di avere un impianto frenante ben reattivo ed efficace, facendo eventualmente dare un controllo a dischi e a pastiglie. Anche la salute del battistrada, poi, gioca un ruolo fondamentale: muoversi con pneumatici consumati in autunno è un rischio che nessuno dovrebbe prendersi.

Guidare tra novembre e dicembre: visibilità minore

Chi guida in autunno, in generale, ha a che fare con una visibilità media minore rispetto ai mesi precedenti. E non per un solo motivo. Prima di tutto la visibilità più bassa è conseguenza diretta della durata minore della giornata. A Roma a metà novembre l’alba è alle 7 del mattino, il tramonto alle 4 e mezzo del pomeriggio; a metà giugno, per dire, l’alba è invece alle 5 e mezzo del mattino, il tramonto alle 9 di sera. Questo significa, molto semplicemente, che in autunno aumentano le probabilità di muoversi in auto durante le ore di buio. Ma non è tutto qui: tra ottobre e dicembre calano sul nostro paese, in particolare su certe aree specifiche, le fitte nebbie autunnali, talvolta in forma di banchi improvvisi. La nebbia può costituire una grande minaccia per la guida, e per affrontarla è bene assicurarsi di avere gli strumenti giusti. Ecco quindi che chi guida in mezzo alla nebbia deve assicurarsi di avere i fari fendinebbia perfettamente funzionanti, un parabrezza ben pulito e dei tergicristalli in buona forma. Va sottolineato, a proposito di nebbia, che i fari fendinebbia possono essere utilizzati – associati a una riduzione della velocità – solamente fintanto che la visibilità è ridotta, per essere spenti immediatamente una volta superata l’area interessata.

Guida sicura in autunno: le foglie sulla strada

Abbiamo ricordato all’inizio dell’articolo che, tra le caratteristiche fondamentali del mese di novembre, c’è anche il foliage. Ma attenzione, le foglie non si limitano a cambiare colore. Quelle stesse foglie infatti cadono una dopo l’altra, a una velocità ancora maggiore in caso di giornate piovose. Nei boschi questo crea degli stupendi tappeti variopinti, mentre invece sull’asfalto il risultato è tutt’altro che piacevole, soprattutto quando il fogliame è bagnato. Il risultato è infatti quello di rendere il fondo stradale eccezionalmente scivoloso, tanto da avvicinare queste strade autunnali a quelle ghiacciate dell’inverno. Ecco dunque che il guidatore deve procedere con maggiore attenzione, riducendo la velocità e ponendo maggiore attenzione anche al comportamento degli altri utenti della strada. Va peraltro sottolineato che, spesso, le foglie che si depositano sulla strada possono cancellare parte della segnaletica orizzontale, nascondendo quindi linee di stop o passaggi pedonali. É d’obbligo quindi stare particolarmente attenti alla segnaletica verticale, per non essere costretti a effettuare frenate d’emergenza che, sul fondo scivoloso, potrebbero essere potenzialmente pericolose, per sé stessi e per gli altri.

Non scordare il liquido antigelo

Sarebbe sbagliato pensare che le temperature si abbassino sotto lo zero solamente in inverno. Assolutamente no: è del tutto normale, soprattutto nel Nord Italia, scontrarsi con qualche grado al di sotto dello zero già nelle notti di fine novembre. Ecco allora che, oltre a porre una particolare attenzione al fondo stradale potenzialmente ghiacciato, diventa obbligatorio assicurarsi di aver del liquido antigelo nel radiatore dell’auto e nel serbatoio dei tergicristalli. Il motivo è semplice: nel momento in cui i liquidi gelano aumentano di volume, provocando la rottura di giunti e di collegamenti. Molto meglio quindi spendere qualche euro e qualche minuto per assicurarsi che questo non possa avvenire!

Il cambio degli pneumatici, in autunno

Proprio perché già in novembre ci si può imbattere in strade ghiacciate, e perfino in certi casi in nevicate, soprattutto a quote medio-alte, in questo periodo è tempo di adottare le necessarie contromisure. È dunque bene ricordarsi che fin dal 15 ottobre è possibile montare le gomme invernali, e che le dotazioni invernali diventano obbligatorie a partire dal 15 di novembre. Tenendo a mente tutti questi consigli, è possibile continuare a guidare in sicurezza anche in autunno.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here