Guidare in Austria: tutto quello che devi sapere

0
230

La monumentale Vienna, la barocca Salisburgo, la sontuosa Innsbruck, e ancora, le magnifiche montagne del Tirolo, i castelli, i borghi vinicoli, le abbazie. L’Austria è un Paese tutto da scoprire, che nasconde tesori sparsi: per questo motivo, è l’ideale per un viaggetto in automobile, per muoversi in assoluta libertà. Per guidare in Austria in modo sicuro e senza rischiare multe, però, è necessario dedicare un po’ di attenzione al suo Codice della Strada che, in alcuni casi, differisce da quello italiano. Sai già quali documenti sono necessari per muoverti sulle strade austriache? E conosci i limiti di velocità? E ancora, sai qual è il limite alcolemico per guidare in Austria? Dopo aver letto questo post, potrai metterti al volante verso Innsbruck e Vienna senza problemi!

Le dotazioni e i documenti necessari per guidare in Austria

Partiamo con l’analisi dei documenti che devi assolutamente avere per guidare in Austria. La patente italiana è ovviamente valida anche in questo Paese dell’Unione Europea, e quindi su questo fronte non serve fare alcuna azione specifica. Anche per quanto riguarda l’assicurazione non ci sono problemi: nemmeno la carta verde – ovvero il certificato internazionale di assicurazione – è più obbligatoria per spostarsi sulle strade austriache. Di fatto, dunque, i documenti necessari sono quelli che dobbiamo esibire anche in Italia, ovvero patente e carta di circolazione.

Per quanto riguarda le dotazioni obbligatorie, invece, c’è qualche minima differenza. Anche in Austria è obbligatorio avere a bordo il triangolo d’emergenza, da esporre debitamente in caso di incidente o di fermata d’emergenza in un luogo pericoloso. Altra dotazione d’emergenza che non può mancare, in Austria come in Italia, è il giubbotto riflettente. A sorpresa, però, per guidare in Austria c’è un’ulteriore dotazione di emergenza obbligatoria, ovvero la valigetta per il pronto soccorso: questa deve essere contenuta in un contenitore solido e a chiusura ermetica.

Ovviamente anche in Austria è necessario allacciare le cinture di sicurezza: l’obbligo è in vigore per tutti i passeggeri. I bambini al di sotto dei 14 anni – se inferiori ai 150 centimetri di altezza – devono essere assicurati su appositi seggiolini o rialzi.

Un capitolo a parte spetta per gli animali domestici – provvisti di microchip – i quali devono assolutamente avere il rispettivo passaporto europeo. In questo documento deve inoltre essere segnalata, per quanto riguarda gli amici a quattro zampe, l’avvenuta vaccinazione antirabbica.

La particolarità delle autostrade austriache

Tra i principali ‘rischi’ per gli automobilisti italiani che oltrepassano il confine e guidano sulle strade austriache vi è quello di essere multati per il mancato pagamento del pedaggio autostradale. In Italia, infatti, siamo abituati a trovare il casello in entrata e in uscita dell’autostrada, così da rendere impossibile questa evenienza. In Austria, invece, il discorso è diverso: non esistono, infatti, caselli autostradali. Nonostante questo, però, le autostrade sono a pagamento. Tutti gli automobilisti che intendono usufruire della rete autostradale austriaca, infatti, sono tenuti ad acquistare una ‘vignetta’, ovvero un apposito adesivo da attaccare sul parabrezza, che vale come pagamento per tutte le autostrade del Paese. Le vignette vengono vendute ai valichi di frontiera e nelle aree di servizio, e sono disponibili in diverse durate. La vignetta annuale costa attualmente 89,20 euro, quella bimestrale 26,80 euro e quella da 10 giorni 9,20 euro: con questi bollini è possibile circolare a piacimento sull’intera rete autostradale austriaca.

Limiti di velocità e limiti alcolemici

I limiti di velocità, sulle strade austriache, sono molti simili a quelli italiani. Va però sottolineato che gli autovelox sono molto frequenti, ed è dunque molto importante rispettare rigorosamente i limiti imposti per non incorrere in multe salate. Nello specifico il limite massimo sulle autostrade, salvo indicazioni più restrittive, è di 130 chilometri orari (in alcuni tratti il limite di velocità scende a 110 chilometri tra le 22 e le 5 del mattino). Sulle strade extraurbane nazionali, la velocità massima è di 100 chilometri all’ora. All’interno dei centri abitati, in generale, i limite è invece di 50 chilometri all’ora.

Non bisogna dimenticare, inoltre, che anche il governo di Vienna ha stabilito delle norme piuttosto stringenti per quanto riguarda i tassi alcolemici consentiti. Per guidare in Austria senza incorrere in sanzioni di alcun tipo è dunque necessario presentare un tasso massimo allo 0,049%, con una normativa dunque molto simile a quella italiana. Per i neopatentati, invece, non c’è praticamente nessuna tolleranza; il limite massimo, per chi è in possesso della patente di guida da meno di 2 anni, è fissato infatti a 0,01%.

Le dotazioni invernali obbligatorie per guidare in Austria

L’Austria è stupenda in ogni stagione. Ma si sa, la maggior parte degli italiani guarda a questo Paese in inverno, quando le montagne del Tirolo si trasformano in stupendi parchi innevati, meta privilegiata di sciatori e snowboarder. È dunque di fondamentale importanza sapere che, per guidare in Austria in inverno, è obbligatorio dare un’occhiata alle prescrizioni specifiche per i mesi freddi. A partire dal 1° di novembre tutti i veicoli di peso inferiore alla 3,5 tonnellate sono obbligati a montare gli pneumatici invernali oppure, in alternativa, ad avere a bordo le catene da neve. L’obbligo dura fino al 15 aprile, e prevede un limite massimo di 50 chilometri all’ora per i veicoli con catene montate. Eventualmente, a partire dal 1° ottobre fino al 31 maggio, è permesso l’uso di gomme chiodate. In questo caso, la velocità massima è di 100 chilometri orari sulle autostrade e di 80 chilometri all’ora sulle strade extraurbane.

Guidare in Austria: le sanzioni

Le possibili sanzioni cambiano ovviamente in base alle diverse trasgressioni. Chi si trova a guidare in Austria per le prime volte, però, potrebbe restare sorpreso dal fatto che determinate multe possono essere pagate direttamente sul posto, al poliziotto o al vigile. Più nel dettaglio, il pagamento diretto delle multe è permesso per tutte le sanzioni uguali o inferiori a 90 euro. Da quella cifra in su, invece, il pagamento va effettuato entro due settimane – con la polizia che è comunque legittimata a richiedere un deposito.

Ti stai organizzando per il tuo viaggio in Austria? Non farti fregare dai tanti autovelox che popolano le autostrade di questo Paese: fatti aiutare dai segnalatori COYOTE!

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here