Incidenti stradali: quali sono le cause più comuni?

0
162
cause più comuni di incidenti stradali

Nel 2019, e quindi nell’ultimo anno senza limitazioni di sorta relativi agli spostamenti, in Italia si sono contati 172.183 incidenti stradali, con un totale di 3.173 vittime. Nel 2020 come è noto è stato registrato un forte calo dei sinistri, causato però non da una maggiore attenzione alla guida, quanto invece da una forte riduzione del traffico, per via dell’emergenza sanitaria. Ma quali normalmente sono le cause più comuni di incidenti stradali? Per quali motivi ogni giorno si contano nuovi sinistri? Ecco una lista dei fattori principali che portano a dei pericolosi incidenti.

Le cause più comuni di incidenti stradali

L’uso di smartphone alla guida: questa, stando ai dati della Polizia stradale, sarebbe la principale causa di incidenti stradali nel nostro Paese, causando buona parte dei sinistri. Sulla pericolosità dell’utilizzo del cellulare al volante del resto non ci sono dubbi. Nel momento in cui guardiamo sullo schermo di questo dispositivo, infatti, non poniamo attenzione alla strada di fronte a noi. E questo si traduce di fatto in decine e decine di metri percorsi al buio. Dedicare 3 secondi di tempo allo smartphone mentre si procede ai 130 all’ora in autostrada, per esempio, è l’equivalente di percorrere 100 metri con gli occhi chiusi.

Il colpo di sonno: altra causa molto frequente di incidente stradale è il colpo di sonno. Sono infatti tante le persone che si mettono al volante senza aver riposato sufficientemente, o dopo un pasto pesante. Ecco allora che arrivano i pericolosissimi colpi di sonno. Molto meglio quindi riposare prima di mettersi alla guida, e fare eventualmente delle pause per rinfrescarsi, prendere aria e rimettersi alla guida con una più alta soglia di attenzione.

L’uso di alcol e di droghe: come sappiamo sia l’abuso di alcol che l’uso di droghe sono cause comuni di incidenti stradali. Per questo motivo negli ultimi anni si sono intensificati i controlli, e sono stati rese più pesanti le sanzioni per chi guida in uno stato alterato: si parla anche di sospensione della patente e dell’arresto. Ciononostante, l’abuso di alcol e l’uso di droghe restano ancora oggi delle cause comuni di incidenti stradali.

Velocità eccessiva: anche la velocità troppo alta rientra a pieno titolo nelle più comuni cause di incidenti stradali. Viaggiare oltre i limiti di velocità significa infatti aumentare gli spazi di frenata, rendere più difficile il controllo dell’auto, avere meno tempo per evitare un ostacolo, e via dicendo.

Auto non sicura: anche le condizioni dell’auto possono influenzare il livello di sicurezza di guida. Un veicolo con un impianto frenante poco efficiente o con delle gomme lisce è infatti un pericolo notevole, così come lo può essere un veicolo che viaggia con una o più luci non funzionanti.

Condizioni climatiche avverse: la nebbia, la neve, il ghiaccio, il vento, la pioggia intensa. Tutte queste condizioni climatiche avverse possono rappresentare altrettanti pericoli per chi è alla guida. In questi casi è necessario comportarsi nel modo corretto. Con la nebbia è bene accendere i fari fendinebbia, ridurre la velocità e aumentare le distanze di sicurezza, con la neve è spesso opportuno usare le catene, e via dicendo.  

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here