Autovelox, l’Italia ha il primato in Europa

0
374
Autovelox, l'Italia ha il primato in Europa

Chi supera il limite di velocità fino a un massimo di 10 chilometri orari rischia una multa fino a 168 euro. Chi va oltre i 10 chilometri orari di errore va incontro a una multa di 674 euro, più 3 punti di decurtazione sulla patente di guida. Le sanzioni economiche come quelle amministrative aumentano ulteriormente all’incrementare della velocità individuata, per arrivare fino a 3.287 euro di multa e alla sospensione della patente. Va peraltro ricordato che il Codice della Strada prevede un aumento di un terzo delle sanzioni quando le trasgressioni vengono commesse tra le 22 e le 7. Con i limiti di velocità, insomma, non si scherza, meno che meno in Italia. Numeri alla mano infatti il nostro paese vanta tantissimi autovelox, tanto da guadagnarsi il titolo di paese con il più alto numero di autovelox in Europa. A dimostrarlo è un recente studio di Zutobi.

Italia,
numero di autovelox da record

Lo studio che assegna il primato all’Italia è stato effettuato da Zutobi, un’azienda che si occupa di educazione stradale a livello internazionale, dagli Stati Uniti all’Australia, passando anche per Germania e Francia. Nell’indagine, oltre a confrontare il numero di autovelox presenti sulle strade, sono stati prese in considerazione anche altre informazioni, come l’entità delle multe, i valori massimi di tasso alcolico per guidare e i limiti di velocità. Per raccogliere queste informazioni Zutobi ha usato i dati raccolti da autorevoli enti internazionali, come Auto Europe, Speeding Europe e SCBD. Il risultato, per quanto riguarda il numero di autovelox, vede l’Italia svettare sopra tutti gli altri paesi, con un numero totale di 8.073 telecamere posizionate per controllare i guidatori che si muovono lungo le strade del paese. E va detto che il record italiano sembra incontrastabile e destinato a permanere a lungo: il secondo paese europeo per numero di autovelox è infatti il Regno Unito, che ne conta però meno della metà, ovvero 4.014. E se l’Italia ha il primato quanto ad autovelox, si piazza al secondo posto a livello europeo per quanto riguarda la severità nei confronti degli autisti, in base all’entità delle multe. Il più salato da questo punto di vista è infatti la Norvegia: nel paese scandinavo infatti la multa minima per eccesso di velocità su strade extraurbane è di 711 euro.

Un selva di autovelox

Come si è visto, quindi, in Italia i guidatori hanno a che fare con un numero eccezionale di autovelox, pronti a segnalare la minima trasgressione del Codice della Strada. È sufficiente una manciata di chilometri orari in più per trovarsi con un ammanco di 168 euro, per non parlare delle multe di chi viene pescato a procedere a 140 o 150 chilometri orari in autostrada. Non ci sono dubbi: vista la quantità di autovelox, non si può fare altro che rispettare scrupolosamente i limiti. Ma c’è anche un aiuto in più. Con i dispositivi COYOTE è infatti possibile essere avvisati in tempo reale sulla posizione degli autovelox mobili e fissi, così da avere la certezza di non essere multati. Le allerte di COYOTE possono fare la differenza!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here