Nuovo Codice della Strada: cosa cambia?

0
342

A inizio luglio il Nuovo Codice della Strada ha iniziato il suo iter legislativo, con l’approvazione in prima lettura in Commissione Trasporti. Questo significa che entro la fine del 2019 tutte le novità dovrebbero essere operative. Va detto che, negli ultimi anni, si è fatta un po’ di confusione intorno all’introduzione del ‘Nuovo’ Codice della Strada, essendo quello attualmente vigente già variamente rinnovato. Si calcola, infatti, che il 70% degli articoli sia già stato rimaneggiato in almeno una parte. Ciò non toglie, però, che le regole cambieranno in modo concreto con questa legge di modifica: vediamo insieme quali sono le novità più importanti del Nuovo Codice della Strada!

Le novità del Nuovo Codice della Strada

La principale novità del Nuovo Codice della Strada che sta rimbalzando sulle prime pagine dei giornali nazionali è certamente quella relativa all’inasprimento delle punizioni per chi viene pescato a guidare con il cellulare. In questo caso, infatti, si parla prima di tutto di una sospensione immediata della patente, per un periodo di tempo compreso tra i 7 giorni e i 2 mesi. A questo si somma anche una sanzione pecuniaria molto salata: si parla infatti di multe da 2.500 euro. L’innalzamento, per altro, sembra generalizzato, con sanzioni più aspre per chi non allaccia le cinture di sicurezza, per chi parcheggia negli spazi riservati ai disabili e via dicendo.

Un’altra novità importante è legata alla circolazione sulle autostrade di moto e di scooter. Con il Nuovo Codice della Strada, infatti, potranno accedere a queste arterie stradali tutti i motocicli con cilindrata superiore ai 120 cc (e con una potenza superiore agli 11 kW in caso di motore elettrico). Il testo approvato dalla Commissione Trasporti aggiunge inoltre un quarto tipo di strada: oltre alle strade urbane, extraurbane e autostrade avremo anche le speciali ‘strade scolastiche‘. Qui i comuni potranno provvedere a introdurre limitazioni speciali alla circolazioni durante gli orari di attività scolastica, di ingresso e di uscita degli alunni. In particolare, si parla di limitazioni del traffico e riduzione dei limiti massimi di velocità a 30 chilometri orari.

Sono in vista novità anche per chi si sposta in bicicletta, e in particolar modo per i bambini al di sotto dei 12 anni: per tutti loro, infatti, viene introdotto l’obbligo di indossare il caschetto. Sempre per la protezione dei ciclisti, il Nuovo Codice della Strada prevede una distanza laterale minima di 1,5 metri per sorpassare le biciclette; e ancora, è prevista la possibilità per i comuni di realizzare una striscia di arresto avanzata ai semafori, dedicata unicamente ai ciclisti, così da poter affrontare gli incroci con maggiore sicurezza.

Niente di fatto, invece, per quanto riguarda l’introduzione del nuovo limite di velocità di 150 chilometri orari in autostrada. Va però sottolineato che si ipotizza l’avvio di un anno di test per particolari tratti autostradali a tre corsie.

Con il Nuovo Codice della Strada, quindi, subentrano nuovi limiti, cambiano alcune norme e aumentano le multe. Molto meglio, quindi, farsi aiutare da un alleato in più per guidare in modo prudente e a norma di legge, senza rischiare sanzioni salate: è proprio a questo, del resto, che servono i dispositivi COYOTE.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here