Parabrezza ghiacciato, come prevenirlo e cosa non fare?

0
241
parabrezza ghiacciato

È una scena assolutamente tipica, che tante persone che parcheggiano la propria auto all’esterno si sono trovate a vivere più volte. É mattina, è inverno, ci rechiamo all’auto per andare a lavoro e il parabrezza è completamente ghiacciato. Certe volte si tratta di una patina sottile, mentre altre volte si tratta di uno strato di ghiaccio spesso e molto duro, tutt’altro che veloce da rimuovere. E quando si ha fretta non è certo un compito che si affronta volentieri! Oggi vedremo quindi come prevenire il parabrezza ghiacciato. Ma non è tutto qui: vedremo anche come rimuovere il ghiaccio da vetro dell’auto senza fare danni, sottolineando tutti i metodi che è assolutamente bene evitare!

Parabrezza ghiacciato: come prevenire la formazione del ghiaccio

D’inverno la notte le temperature vanno molto spesso sotto zero: in presenza di umidità, è quindi automatico ritrovarsi con il parabrezza ghiacciato. Come prevenire questo disturbo? Di certo, laddove possibile, sarebbe bene parcheggiare l’auto in un garage, ma per tante persone questa non è assolutamente un’opzione. Ecco che allora il consiglio è quello di andare a coprire il parebrezza, così da evitare la formazione del ghiaccio. L’opzione più basilare è costituita da un semplice cartone, il quale però potrebbe bagnarsi, risultando così da buttare il mattino seguente. Molto meglio quindi usare una vecchia coperta, che potrà essere riutilizzata più volte a questo scopo. Sicuramente più comodi e più facili da applicare sono gli appositi teli per il parabrezza, i quali peraltro possono essere usati anche d’estate per proteggere l’abitacolo dai raggi solari.

Come togliere il ghiaccio dal parabrezza senza fare danni

Nel caso in cui non si utilizzi una protezione, ci si troverà ad avere un parabrezza ghiacciato. Come sbrinarlo in fretta? L’opzione più comune è costituita dai classici raschietti per il ghiaccio, ovvero delle spatole in plastica dura pensate appositamente per questo lavoro. Tali strumenti permettono di rimuovere il ghiaccio senza rovinare il vetro. Molto efficaci quando si ha a che fare con strati sottili di ghiaccio, possono richiedere un po’ di fatica quando il ghiaccio è particolarmente duro e spesso e le temperature sono molto basse. Chi si trova spesso in luoghi con temperature basse potrebbe preferire i pratici raschietti completi di guanto, per mantenere al caldo la mano!

Chi vuole fare meno fatica può acquistare delle bombolette spray sciogli-ghiaccio, che liberano il parabrezza ghiacciato in tempi ragionevoli. Altra opzione, questa volta fai da te, è quella di usare una soluzione preparata in casa: in una bottigliette metteremo 2/3 di alcol denaturato e 1/3 di acqua. Va detto però che questa soluzione dovrebbe venire a contatto solamente con il vetro, e non con le guarnizioni o con le parti plastiche dell’auto. Insomma, da usare con attenzione!

Metodi da evitare per togliere il ghiaccio dal vetro dell’auto

I più pigri potrebbero pensare di accendere l’auto, aumentare il riscaldamento al massimo e aspettare che il ghiaccio si sciolga da sé. Questa pratica però, oltre a essere molto lenta, è anche inquinante. E non è tutto qui: si rischia anche una multa per auto accesa in sosta, sanzione che può arrivare a 432 euro. Altro metodo da evitare assolutamente è quello di usare dell’acqua calda, la quale potrebbe creare uno shock termico tale da rompere il vetro. Va poi detto che l’acqua, a temperature basse, si trasformerà a sua volta i ghiaccio.

Infine, non vanno assolutamente azionati i tergicristalli sul vetro ghiacciato. Nel migliore dei casi si rovineranno le spazzole, nel peggiore si danneggerà il motorino che li aziona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here