Ponti: gli italiani amano le gite entro i 30 km.

0
217

I ponti del 25 aprile e del primo maggio si avvicinano. C’è chi potrà partire per uno dei due e chi riuscirà a farli tutti e due. In ogni caso è una bella fortuna poter andare da qualche parte per poter staccare un po’ dalla routine quotidiana e ricaricarsi un po’.

Gite milanesi
Se siete milanesi o se semplicemente vivete a Milano vi diamo 3 consigli:

A 10 km da Milano: l’Abbazia di Chiaravalle
Situata nel Parco Sud di Milano, tra i quartieri Vigentino e Rogoredo, era in origine un complesso monastico cistercense fondato nel XII secolo. Tra le curiosità si segnala che nel chiostro della chiesa è possibile ammirare dei graffiti che sarebbero stati eseguiti da Bramante e raffiguranti la Milano dell’epoca: il Duomo ancora privo delle guglie, il Castello Sforzesco con l’antica Torre del Filarete, la Chiesa di Santa Maria delle Grazie in costruzione.

Entro i 30 km da Milano: la Villa Reale di Monza e il suo Parco
Riaperta al pubblico la scorsa primavera dopo consistenti lavori di restauro durati oltre un decennio, la Reggia di Monza ha giardini di oltre 40 ettari e un esteso parco che la rendono particolarmente piacevole durante i weekend della bella stagione. È possibile noleggiare delle biciclette per percorrere i viali alberati del parco.

Entro i 30 km da Milano: l’Abbazia di Morimondo
È una destinazione che si presta per godere dell’aria aperta, per organizzare un pic-nic sul prato e per ammirare la chiesa in stile gotico eretta dai cistercensi nel XII secolo. Durante l’anno sono numerosi gli eventi che si svolgono nella cittadina.

Gite romane
Se vi trovate nella Capitale non avete che l’imbarazzo della scelta. Ecco 3 idee per una gita fuori Roma.

Il Giardino di Ninfa, Latina
Al confine con Norma e Sermoneta sorge un piccolo gioiello naturale, ricco di piante e di ruscelli che confluiscono nel Fiume Ninfa e nello specchio lacustre da esso formato. Definito come Monumento Naturale della Regione Lazio, il Giardino di Ninfa è uno scrigno di antiche memorie con splendide rovine medievali da gustare in una domenica di sole.

Il borgo medievale di Calcata
Sospeso su una nuvola di tufo, il borgo di Calcata vanta una vista mozzafiato sul Parco Regionale Valle del Treja. Meta di artisti, scrittori e artigiani che negli anni ’70 ne fecero il loro personale tempio, Calcata è un groviglio di viuzze e di vecchie case rosse che nascondo storie antiche e preziose.

Castello Orsini – Odescalchi, Bracciano
Considerata una tra le più eleganti e imponenti residenze rinascimentali d’Europa, il Castello Orsini – Odescalchi di Bracciano merita una visita per i preziosi affreschi, gli ampi saloni regali e i giardini pensili che affacciano sull’antico Lago Sabatino.

Gite napoletane
La Campania è ricca di luoghi da visitare. Oltre ai più blasonati, c’è ben altro.

Sant’Agata dei goti, il paese sul basalto
È uno dei più bei borghi della Campania alle falde del Monte Taburno.
Le pendici del rilievo in basalto si fondono con le pareti delle case come se fossero un tutt’uno con le abitazioni che spuntano direttamente dalla roccia.

I fantasmi del castello di Fienga.
Sulla collina di Nocera sorge questo castello, risalente all’anno 1000, con vista mozzafiato sul Vesuvio e sul Golfo di Napoli. Molti sono i personaggi storici vissuti tra le mura antiche e si dice che ancor si aggirino sotto forma di fantasmi.

La Melfite della Valle di Ansanto
Di questo luogo troviamo una citazione perfino nell’Eneide come una porta d’ingresso agli inferi. Si tratta di una pozza d’acqua melmosa di 50 metri circa che sobbolle e sprigiona esalazioni di anidride carbonica, anidride solforosa e acido solfidrico. Vi consiglio di farvi accompagnare da una guida esperta, vista la pericolosità del luogo.

Gite più sicure.
Prima di andare in gita, accendi Coyote e assicurati di viaggiare in totale sicurezza. Con Coyote monitori nel raggio di 30 km ogni situazione di pericolo che puoi trovare lungo il tragitto e sapere in anticipo tutti i pericoli della strada.

Tutto questo non accade per caso, ma grazie al lavoro degli ingegneri Coyote che raccolgono e analizzano in tempo reale tutti i dati inviati dalla community, verificando e aggiornando le allerte provenienti:

  • Dagli utenti della Community presenti sulle strade: circa 1 milione d’incidenti vengono segnalati e confermati ogni mese in Europa.
  • Dagli strumenti di acquisizione dati: accelerometri, GPS…
  • Dai database delle istituzioni ufficiali aggiornati costantemente.

Così facendo, Coyote riesce ad eliminare le informazioni errate e trasmettere in tempo reale a tutti i membri della Community solo informazioni affidabili e verificate.

Vuoi provare tutte le funzioni di Coyote? Ora puoi ad un prezzo davvero conveniente.

Sei in partenza per il ponte e vuoi tutto e subito? Scarica l’app e puoi usufruire gratuitamente della navigazione e delle informazioni sul traffico e dell’esclusivo servizio premium Coyote per i primi 15 giorni dopo la prima installazione.

A presto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here