Precedenza mezzi di soccorso: cosa bisogna sapere?

0
565
mezzi di soccorso

I vigili del fuoco, le ambulanze, la polizia, i carabinieri: quando l’urgenza lo impone, si fanno sicuramente sentire! Nel traffico cittadino o in autostrada, a tutti è capitato di sentire arrivare alle spalle la fortissima sirena, per avvisare tutti i veicoli, per l’appunto, di dare la precedenza ai mezzi di soccorso. Talvolta è sufficiente accostare a destra, per lasciare che i mezzi di soccorso possano compiere un sorpasso con facilità e nessun rischio. Altre volte, in mezzo al traffico o in situazioni particolari – incroci, rotatorie, code – dare la precedenza ai mezzi di soccorso non è altrettanto facile. Ma cosa dice il Codice della strada a questo proposito? Quando i mezzi di soccorso sono autorizzati ad accendere la sirena? E con sirena e lampeggianti accesi, quali regole possono permettersi di trasgredire i soccorritori?

Le regole che devono seguire i mezzi di soccorso in caso di urgenza

Il comportamento che i mezzi di soccorso devono mantenere in caso di urgenza viene chiarito all‘articolo 177 del Codice della strada. Il comma 1 del suddetto articolo ci dice che l’uso della sirena e dei lampeggianti «è consentito ai conducenti degli autoveicoli e motoveicoli adibiti a servizi di polizia o antincendio e di protezione civile come individuati dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti». Nel momento in cui questi segnali sonori e visivi vengono accesi, i soccorritori sono giustificati a trasgredire il Codice della strada, così da poter garantire un soccorso quanto più rapido ed efficace. Ma fino a che punto possono spingersi i soccorritori in questo senso? Come sottolinea il comma 2, i veicoli con sirena e lampeggiante «non sono tenuti a osservare gli obblighi, i divieti e le limitazioni relativi alla circolazione, le prescrizioni della segnaletica stradale e le norme di comportamento in genere, ad eccezione delle segnalazioni degli agenti del traffico e nel rispetto comunque delle regole di comune prudenza e diligenza». Non esiste, dunque, un limite preciso entro il quale i conducenti dei veicolo per il soccorso devono attenersi. Un’ambulanza in situazione di urgenza può superare i limiti di velocità, superare a destra, saltare uno stop e non rispettare le precedenze, senza però oltrepassare le ‘regole di comune prudenza e diligenza’. Sta dunque al conducente dell’ambulanza, del camion dei pompieri e dei veicoli delle forze dell’ordine valutare di volta in volta le manovre fattibili e quelle, invece, da evitare.

Quando i mezzi di soccorso hanno la precedenza

Sempre l’articolo 177 chiarisce il comportamento degli altri utenti della strada all’arrivo di una sirena. Il comma 3 afferma infatti che «chiunque si trovi sulla strada percorsa dai veicoli di cui al comma 1, o sulle strade adiacenti in prossimità degli sbocchi sulla prima, appena udito il segnale acustico supplementare di allarme, ha l’obbligo di lasciare libero il passo e, se necessario, di fermarsi». Chi non facilita il passaggio dando la precedenza ai mezzi di soccorso, va sottolineato, può essere sanzionato con una multa dagli 84 ai 335 euro. Questo non significa, peraltro, che ogni incidente tra mezzi di soccorso e altri veicoli sia sempre riconducibile a un errore di questi ultimi. Come sottolineato qualche anno fa dal Giudice di Pace di Foggia, un’automobile travolta da un mezzo dei soccorsi con sirene e lampeggianti accesi non è automaticamente colpevole. Se infatti il conducente del mezzo di soccorso non tiene conto della traiettoria del veicolo privato in procinto di accostare per dare la precedenza, la colpa non può essere che sua.

La regola resta però sempre la stessa: facilitare il più possibile il passaggio dei mezzi di soccorso. Dove ci sono sirene, incidenti ed emergenze, molto spesso ci sono anche rallentamenti e code. I segnalatori COYOTE, oltre a scongiurare nuovi incidenti con le loro allerte in tempo reale, possono aiutare a evitare le code improvvise grazie alle pronte segnalazioni degli altri utenti!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here