Ricalibratura ADAS: quando è necessario farla?

0
54
ricalibratura adas

Ci sono operazioni di manutenzione dell’auto che praticamente tutti si ricordano di fare regolarmente, o comunque entro i tempi massimi. Pensiamo alla revisione, al tagliando, al cambio gomme, alla sostituzione della cinghia e via dicendo. E ci sono invece delle operazioni di manutenzione dell’auto decisamente eccezionali, che molte persone nemmeno sanno di dover fare. Una di queste è sicuramente la ricalibratura ADAS. In che cosa consiste? Chi può farla? E, soprattutto, quando è d’obbligo effettuarla? Vediamolo insieme.

ADAS: i sistemi di assistenza alla guida

Ancor prima di vedere quando è necessario ricorrere alla ricalibratura ADAS è bene ripassare quali sono i dispositivi che ricadono sotto questo nome. ADAS è un acronimo che sta per Advanced Driver Assistance Systems, ovvero per Sistema Avanzato di Assistenza alla Guida. Ecco quindi che indichiamo come ADAS sistemi come il cruise control adattivo, l’avviso di cambio corsia, la frenata automatica di emergenza, i sensori di parcheggio, le telecamera per la retromarcia, il riconoscimento automatico degli ostacoli e via dicendo. Va precisato che gli ADAS prendono posto in diverse parti del veicolo, dal paraurti fino al parabrezza. Su quest’ultimo, per esempio, troviamo tipicamente il sistema del riconoscimento dei pedoni, i sensori di frenata automatica di emergenza e il cruise control adattivo. Resta da capire quando è necessario effettuare la ricalibratura ADAS.

Quando è obbligatorio effettuare la ricalibratura ADAS

La ricalibratura ADAS non deve essere fatta regolarmente nel tempo, e anzi, è possibile possedere un’auto e non dover mai effettuare questa operazione. A rendere necessario questo intervento è piuttosto un altro intervento, come può essere la sostituzione del paraurti, o come può essere la sostituzione del parabrezza. In questi casi, infatti, la calibratura originale dei sistemi ADAS viene meno, e deve essere ripetuta per garantirne il perfetto funzionamento. Questi sistemi funzionano mediante l’analisi di diversi dati provenienti da telecamere, sensori e radar: basta una differenza minima per compromettere il loro lavoro. Ecco quindi che, in caso di sostituzione di uno o di più elementi che consentono il corretto funzionamento degli ADAS, la loro ricalibratura diventa obbligatoria.

Come ricalibrare i sistemi avanzati di assistenza alla guida

Per ricalibrare gli ADAS è necessario rivolgersi a dei professionisti preparati. Tipicamente si parla delle officine delle Case automobilistiche o di centri autorizzati (spesso i centri che effettuano il cambio di parabrezza e vetri auto offrono anche questo servizio). Va detto che esistono due vie per eseguire la ricalibratura, una più semplice e una più difficile. La prima è la ricalibratura statica, e va fatta in officina, con una struttura da posizionare frontalmente all’auto: su di essa vengono piazzati dei pannelli in posizioni di volta in volta diverse per i differenti modelli da calibrare. In base a questi pannelli e alla loro interpretazione da parte dei sensori, sarà possibile ricalibrare la centralina. La seconda via è quella della ricalibratura dinamica, che deve essere effettuata su strada. In questo caso però è necessario trovare una strada che permetta di procedere a velocità perfettamente costante, con assenza totale di precipitazioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here