Ridurre lo stress alla guida: 5 utili consigli da seguire alla lettera

0
70
stress alla guida


Come ridurre lo stress alla guida? Non ci sono dubbi: il nervosismo non è mai un buon alleato quando ci si mette al volante. È però altrettanto vero che quando guidiamo non mancano gli elementi che possono provocare stress. Le code, i semafori, le situazioni meteorologiche, gli errori degli altri utenti della strada, l’impegno per evitare le multe dell’autovelox, tutto questo può rovinare il “mood” dell’automobilista. Ecco che allora il tempo passato al volante diventa tutt’altro che piacevole. Ma non è tutto qui: lo stress può portare a una riduzione della concentrazione, a un maggior affaticamento, nonché a delle reazioni spropositate. Vediamo quindi 5 preziosi consigli per ridurre lo stresso alla guida.

5 consigli per ridurre lo stress alla guida

  • La musica aiuta: sono lontani i tempi in cui l’autoradio era un optional per pochi. Ora tutte le nostre auto sono dotate di una radio, e di certo la musica può aiutarci a rendere i nostri viaggi più piacevoli e meno stressanti. Soprattutto se si tratta della musica giusta, rilassante e lenta, così da mantenere un’atmosfera di calma e tranquillità in auto. In altri casi, quando ci si rende conto di essere già nervosi, ascoltare della musica con un ritmo incalzante potrebbe avere un benefico effetto liberatorio.
  • Smartphone in modalità silenziosa: sono tanti gli elementi che possono aumentare il nostro nervosismo in auto, e non serve certo aggiungerne di ulteriori. Ecco che allora è buona norma mettere lo smartphone in modalità silenziosa, così da non essere distratti o disturbati da notifiche di vario tipo. Così facendo, peraltro, non si avrà la tentazione di guidare con lo smartphone in mano per leggere l’ultima email arrivata.
  • Un’auto in ottime condizioni: è un dato di fatto, un’auto in buone condizioni riduce lo stress alla guida. Un veicolo con dei problemi evidenti, invece, andrà ad aumentare il nervosismo. Si pensi a un’auto che fa rumori molesti e fastidiosi, o a un veicolo con dei problemi al motore tali da mettere in dubbio persino l’effettivo arrivo alla nostra meta. E ancora: anche il posizionamento del sedile e degli specchietti potrebbe rendere un viaggio più o meno agitato. Meglio quindi dare una controllata generale prima di mettersi in viaggio!
  • Occhio alla respirazione: nel momento in cui ci si rende conto che lo stress sta superando un certo livello, è bene concentrarsi per distendere i nervi. Aiuta sicuramente lavorare sulla respirazione, facendo lunghi e profondi respiri. Di conseguenza, il battito cardiaco rallenterà, permettendoci di ritrovare la calma – o quantomeno di ridurre il nervosismo.
  • Muoversi quando possibile: guidare per parecchi chilometri vuol dire di fatto restare fermi per parecchio tempo. E di certo questa situazione non ci aiuta a sbollire il nervosismo. Per questo è bene cogliere le opportunità che si prestenano per distendere i muscoli, come per esempio al semaforo o in coda. Sciogliamo i muscoli delle mani, giriamo la testa a destra e a sinistra, scrolliamo le spalle, e via dicendo. I chilometri successivi saranno più facili da affrontare!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here