Roulotte: cosa dice il Codice della Strada?

0
194
roulotte secondo il Codice della Strada

La roulotte ha quasi 140 anni. La prima fu infatti realizzata nel 1885 in Inghilterra, battezzata The Warderer. Quella che viene riconosciuta come la prima roulotte della storia era ovviamente trainata da cavalli, e fu acquistata dallo scrittore vittoriano Willian Gordon Stables. Secondo la leggenda, in quell’estate del 1885, Stables e la sua Warderer fecero oltre 2.200 chilometri, muovendosi tra Londra, Inverness e Lymington. Di certo, però, quando pensiamo a una roulotte pensiamo a un rimorchio allestito e trainato da un auto, un elemento che conobbe il suo periodo di gloria tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta. Si pensi che la Roller, all’epoca, produceva oltre 13.000 caravan all’anno. E oggi, dopo decenni di silenzio, le roulotte stanno tornando almeno un po’ di moda, anche grazie ai prezzi decisamente più competitivi rispetto ai camper. Ma cosa dice il Codice della Strada sull’uso delle roulotte? Scopriamolo insieme.

Le roulotte secondo il Codice della Strada

Partiamo da un presupposto fondamentale: nel Codice della Strada non si parla mai di roulotte. Questo non vuol certo dire che l’utilizzo delle roulotte non è regolato dalla legge italiana. Il fatto è che, al posto del termine roulotte, del Codice della Strada si trova il termine caravan; questo non va assolutamente confuso con il termine autocaravan, il quale indica invece i camper. Da una parte abbiamo quindi il caravan, ovvero la roulotte, un rimorchio pensato per essere trainato da un’auto. Dall’altra parte abbiamo l’autocaravan, ovvero il camper, che è un mezzo di trasporto vero e proprio che non abbisogna di nessuna motrice.

Ecco quindi che il termine caravan, come il termine roulotte, indica un rimorchio provvisto di telaio e di accessori interni, da congiungere a un veicolo trainante attraverso un apposito gancio. In generale le roulette presentano un asse con due ruote, anche se va detto che i modelli più ampi presentano un doppio asse, e quindi quattro ruote. All’articolo 56 del Codice della Strada si legge infatti che i caravan sono «rimorchi a un asse o a due assi posti a distanza non superiore a un metro, aventi speciale carrozzeria e attrezzati per essere adibiti ad alloggio esclusivamente a veicolo fermo». Da questo si possono capire due cose: prima di tutto, che un caravan può essere “abitato” solo da fermo; in secondo luogo, che la roulette è intesa come rimorchio, e che va a formare insieme al veicolo trainante quello che il Codice della Strada definisce come “autotreno”. Questo dettaglio, come vedremo tra poco, non può essere trascurato da chi vuole imparare le regole per usare un caravan.

Le regole per la guida della roulotte

Essendo un autotreno, e dunque un complesso di veicoli con due unità distinte, la roulette presenta alcune regole di utilizzo diverse rispetto all’automobile. Nel paragrafo successivo vedremo per esempio che in alcuni casi la sola patente B non è sufficiente per agganciare alla propria auto un caravan. Ma ci sono altre norme speciali che è necessario conoscere. I limiti di velocità da rispettare, per esempio, sono differenti. In qualità di autotreno, il caravan deve rispettare quanto riportato dall’articolo 142 comma 3 lettera e del Codice della Strada. Qui si scopre che la roulette non può superare gli 80 chilometri orari sulle autostrade, e che nelle altre strade extraurbane il limite massimo è fissato a 70 chilometri all’ora. È fatto obbligo peraltro di applicare sulla parte posteriore del rimorchio due indicazioni con questi limiti massimi di velocità.

Ci sono poi delle regole speciali riguardanti la sosta. In nessun caso, infatti, il caravan può essere parcheggiato da solo – e quindi senza l’automobile – su un suolo pubblico. Chi lo fa va incontro a una multa per occupazione abusiva. La roulotte va quindi parcheggiata sempre insieme al veicolo trainante, e solo nelle aree adibite, rispettando le indicazioni presente in loco.
La scelta della roulotte deve inoltre essere fatta pensando all’automobile alla quale andrà accoppiata. Al di là delle esigenze relative alla potenza – maggiore sarà il peso del caravan, maggiore dovrà essere la potenza del motore – è bene prestare attenzione anche alle dimensioni del rimorchio. Questo infatti può essere fino a 70 centimetri più largo della motrice.

Come anticipato, inoltre, non è possibile restare all’interno del caravan mentre questo è in movimento. È possibile stazionare all’interno della roulotte solamente quando questa risulta parcheggiata. Nelle aree pubbliche non adibite al campeggio, in ogni caso, deve trattarsi solo di sosta, e non, per l’appunto, di campeggio. Ecco allora che, per esempio, la roulotte deve poggiare a terra esclusivamente con le ruote, senza altri sostegni.

Chi può guidare una roulotte: cosa dice il Codice della Strada

Quale patente è necessario avere per guidare un caravan? In linea di massima, in generale, una patente B può essere sufficiente per condurre una roulotte con la propria automobile. Come è noto infatti con la patente B è possibile guidare autoveicoli fino a 3.500 chilogrammi di peso, eventualmente trainanti rimorchi fino a una massa di 750 chilogrammi. È inoltre possibile trainare rimorchi con una massa superiore, a patto che la massa massima autorizzata dell’autotreno risultante sia pari o inferiore a 4.250 chilogrammi. Nel momento in cui il peso dell’autotreno risulti superiore ai 3.500 chilogrammi sarà in ogni caso necessario affrontare una prova di capacità e di comportamento, con conseguente rilascio di permesso.
Si può quindi capire che – essendo generalmente il peso di una normale automobile compreso tra i 1.500 chilogrammi e i 2.000 chilogrammi – è possibile guidare una roulette con la sola patente B. Si potrà infatti trainare senza alcun problema una roulette con peso massimo di 1.500 – 2.000 chilogrammi, senza ulteriori permessi. Nel momento in cui si dovesse superare la soglia massima, sarà invece necessario munirsi di patente B96. Così facendo sarà possibile guidare un autotreno fino a 4.250 chilogrammi. Qualora si superasse anche questa soglia, la patente obbligatoria sarà la BE.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here