Rumore auto, le cause più comuni

0
56
Cause rumore auto

Capire quali sono le cause dei rumori dell’auto non è sempre facile. Anzi, talvolta diventa una vera e propria sfida tra noi e il “problema” che non si fa trovare. Il fatto è che un rumorino può essere un nonnulla, niente di cui preoccuparsi, come può invece essere il segnale di un problema serio che non deve essere trascurato. Per questo motivo, quando sentiamo un rumore insolito a bordo della nostra auto, è sicuramente bene indagare, in autonomia ed eventualmente facendosi aiutare da un meccanico, per individuarne l’origine. Le cause possono essere le più differenti: una pastiglia usurata, un sassolino incastrato nel battistrada dell’auto, il bagagliaio chiuso male, un’ostruzione nelle bocchette di climatizzazione, un problema alla frizione e via dicendo. Qui sotto vedremo come mettersi alla ricerca della fonte del rumore, per poi elencare quelle che sono le più comuni cause di fischi, ticchettii e cigolii che sentiamo in automobile. Nella maggior parte dei casi, va detto, i rumori dell’auto possono essere prevenuti ed eliminati con una regolare manutenzione, dal classico tagliando in poi.

Come individuare la fonte del rumore in auto

Da dove partire per individuare la fonte dei rumori in auto? Certo, degli orecchi più allenati potrebbero indicare immediatamente il problema, al solo sentire il tipo di suono risultante dalla vettura. Per tutte le altre persone, il discorso potrebbe essere più difficile. Prima di portare l’automobile in officina, però, è possibile effettuare qualche test veloce e piuttosto facile per capire da dove proviene il rumore. O meglio, per capire da dove non proviene il rumore: esiste infatti una tecnica semplice per escludere alcuni dei sospettati principali. Per prima cosa, è consigliabile portarsi in una stradina poco o per nulla trafficata, con un buon fondo stradale, rigorosamente asfaltata e rettilinea. Potremmo così effettuare delle prove, per capire se il rumore si verifica sempre durante la guida, oppure magari solamente al di sopra di una certa velocità, o ancora, solamente in curva, oppure solo in fase di frenata. Quando il rumore è continuo è possibile per esempio premere la frizione per vedere se il suono persiste: in caso positivo, potremmo con tutta probabilità eliminare dalla lista dei sospettati sia la frizione che il cambio. É poi possibile – in contesti assolutamente sicuri e senza altre automobili – provare a procedere anche con motore spento, per capire se il rumore è ancora presente. Un’altra prova da fare è quella di fermarsi, in un contesto se possibile silenzioso, e – in folle – passare dai giri bassi ai giri alti. Nel caso in cui il rumore si senta sia giri bassi che a giri alti – ed escluse le altre possibilità – sarà necessario cercare nel motore, nella pompa dell’acqua, nella trasmissione o nel generatore.

Le cause più comuni del rumore in auto

Quali sono le più comuni cause di rumore in auto? Ecco quali sono le fonti a cui pensare, e come individuarle:

Ruote

Le ruote, con il loro continuo rotolamento, possono ovviamente fare un certo rumore, il che è del tutto normale. È però bene alzare il livello di attenzione nel momento in cui il rumore diventa più forte o quando udiamo dei suoni strani e diversi dal solito. Potrebbe trattarsi di un problema di pochissimo conto, come la presenza di un sassolino nel battistrada, o di qualcosa di più grave. Nel momento in cui il suono è accompagnato da vibrazioni si potranno ipotizzare delle deformazioni degli pneumatici, un danneggiamento dei cerchi o una perdita dell’equilibratura. Basta del resto poco per compromettere l’equilibrio delle ruote dell’auto: una buca troppo profonda o un piccolo urto con un marciapiede in fase di parcheggio possono essere sufficienti. È bene comunque controllare e intervenire subito, per non ridurre la tenuta di strada dell’auto.

Motore

Quelli che provengono dal motore sono i rumori più temuti. Non si tratta però sempre di problemi gravi, perlomeno se si interviene in modo tempestivo. Va peraltro detto che i rumori che provengono dal propulsore possono essere i più diversi. Tra i più comuni c’è il ticchettio che si sente durante la guida e in modo particolare in fase di accelerata: in quel caso si dovrebbe puntare l’attenzione verso le valvole, che potrebbero risultare eccessivamente usurate. Se invece al contrario il rumore scompare al momento dell’accelerazione, il responsabile si troverà probabilmente a livello delle valvole di sfiato. C’è poi il famoso rumore del rumore che stride, da ricondurre a una cinghia vecchia, pericolosamente usurata, o a una cinghia larga e lenta.

Albero di trasmissione

Si potrebbe aver a che fare con un mix continuo di rumore e vibrazioni, senza però trovare alcun responsabile a livello di cerchi e ruote. In questo caso è bene cercare di capire da dove arrivano le vibrazioni: se queste si avvertono in modo particolare a livello del pianale dell’auto è probabilmente bene guardare all’albero di trasmissione. Questo, in automobili con una certa età, potrebbe infatti avere a che fare con dei giunti particolarmente usurati, o persino con degli smorzatori elastici ormai prossimi alla rottura – o effettivamente danneggiati.

Cuscinetti

Dire che il rumore dell’auto proviene dai cuscinetti significa dire tutto e niente, in quanto i nostri veicoli conoscono un numero molto auto di cuscinetti, posizionati in aree diverse. A livello del motore ci sono tanti cuscinetti, ma se ne ritrovano anche a livello delle ruote. Un cuscinetto usurato è un componente che non fa più il suo lavoro nel modo giusto, e che fa un rumore via via più forte: meglio intervenire prima di avere a che fare con dei guai seri.

Abitacolo

Infine, il rumore può provenire dall’interno dell’abitacolo. Quando si ha il sospetto che la causa del rumore debba essere individuata in quest’area è bene partire dall’impianto dell’aria condizionata, spegnendolo per capire se il suono persiste. Altre volte si potrebbe avere a che fare con un rumore discontinuo, generato magari dalla deformazione dei cruscotti in plastica che “si muovono e scricchiolano”. E se invece il rumore fosse da ricondurre a dei problemi relativi all’impianto auto? Meglio controllare anche quello!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here