Sulle strade da brivido, in attesa di Halloween

0
594

“La paura si fa strada”: sembra il titolo del prossimo cine-horror-panettone, ma in realtà stiamo parlando delle strade più mozzafiato, le belle da paura d’Europa. In fondo si avvicina Halloween, no?

Il più delle volte, si pensa che le emozioni al volante scaturiscano dal passare da 0 a 100 Km/h in meno di 3 secondi, ma in questo viaggio scoprirete che il brivido lungo la schiena può arrivare anche a velocità da centro urbano, se si attraversa uno scenario speciale.

Girate la chiave di accensione o premete start perché si parte dalla nostra Italia, più precisamente dalla costiera amalfitana, nella provincia di Salerno.

La strada statale 163 Amalfitana (Italia)

La strada statale 163 Amalfitana che collega le località della costiera.
Andate piano, anzi fermatevi, prendete la macchina fotografica o lo smartphone di ultima generazione e impressionate milioni e milioni di pixel con la vista mozzafiato che avrete davanti. Golfi azzurri o limonaie, quale post farà più like?

La strada della Forra (Italia)

Dal mare si passa al lago, andate a nord, lì vi aspetta la costiera lacustre del Lago di Garda tra tornanti, saliscendi, gallerie rupestri e paesini gioiello.

La Strada della Forra è un vero gioiello incastrato nella roccia. Il giorno della sua inaugurazione, nel 1913 è stata definita “l’ottava meraviglia del mondo”. Se vi trovate nei pressi del Lago di Garda, sulla sponda lombarda, potete verificare con i vostri occhi il fascino di questa strada tortuosa, ricavata nella forra del torrente Brasa. Parte dai 65 metri del lungolago per arrivare ai 423 del borgo di Pieve di Tremosine.

Il percorso, di circa 6 chilometri di lunghezza, è sorprendente. Da tutti i punti di vista: sembra di entrare nel cuore della montagna.

Arrivate poi fino a Sirmione ed entrerete letteralmente nel lago. Scendete dall’auto per ammirare più da vicino il castello o per rilassarvi un po’ alle terme con l’acqua sulfurea. Ripartite in direzione Riva del Garda e girate la testa a destra e a sinistra ripetutamente, i due colori dominanti saranno il verde e l’azzurro. Occhio a non esagerare, la provinciale 45 bis è lunga circa 160 km.


Il Großglockner Hochalpenstraße (Austria)


Volete mettere alla prova la tenuta delle vostre gomme? Il Großglockner Hochalpenstraße vi aspetta in Austria con 46 km, 36 tornanti e 2504 metri di dislivello. Parte da Bruck im Salzach e arriva a Heiligenblut, attraversando la Carinzia e la regione di Salisburgo.

Le calanque di Piana (Corsica)

Ora è il momento di fare un salto dai nostri cugini francesi, ma non a Parigi, perché le vie del centro non sono emozionanti tanto quanto le curve sul mare della Corsica. Quindi prendete la D81 CALANQUES DE PIANA la strada panoramica che collega Piana a Porto. E se curva dopo curva vi sentirete un po’ rallisti è perché quello su cui siete è proprio il percorso del rally che faceva parte del Tour di Corsica.

Giù sinistra secco, su destra strettoia: per passare tra le calanques, giganti di roccia granitica alti fino a 400 metri, ci vuole un buon navigatore al vostro fianco.

La Via Mala (Italia)

 

Il nome già dice tutto. E ripercorrendo questo antico tracciato (esisteva già nell’Alto Medioevo e venne rifatto tra il 1473 e il 1827) che collega la Val di Scalve alla Valcamonica, lungo la valle del Dezzo, arriva la conferma; i vertiginosi precipizi che terrorizzavano i viaggiatori del passato lasciano tuttora senza fiato, e anche se le auto utilizzano una nuova strada, quasi interamente in galleria, il vecchio itinerario può essere tranquillamente ripercorso.

In strada, senza paura, con COYOTE

Ad esempio Coyote, il massimo esperto in fatto di sicurezza stradale. Strade difficili, pericolose o sconosciute non sono un problema se hai uno dei device Coyote a portata di mano.

Che sia NAV+ , mini o soltanto l’applicazione, disponibile per android e iOS,  viaggi sicuro e senza imprevisti.

Dotato di diverse utili allerte, Coyote è in grado di avvertirti della presenza di pericoli lungo il tuo itinerario in un raggio di 30km ed in tempo reale!

E non solo, limiti di velocità, tutor, autovelox fissi e mobili: segnalati uno per uno.

E voi conoscete una strada che vi ha tolto il fiato e vi ha fatto scorrere un brivido lungo la schiena? Segnalatecela nei commenti o sulla nostra pagina Facebook.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here