Vacanze: cosa verificare prima di partire?

0
374
automobile vacanze

Si parte o non si parte? Quest’anno le vacanze sono state in bilico fino all’ultimo momento. Ora, finalmente, è possibile raggiungere le tante desiderate mete vacanziere, che si tratti di mare oppure di montagna. E quest’anno in particolare a farla da padrone sono e saranno le località italiane, e quindi le vacanze in automobile: l’emergenza sanitaria ha infatti inevitabilmente ridimensionato i viaggi all’estero. Non ci si può però di certo lamentare troppo, anzi. Il nostro Paese è ricco di luoghi invidiabili, dalle stupende spiagge che si incontrano lungo le coste fino alle memorabili vette delle Alpi e degli Appennini. E tutto questo è ovviamente raggiungibile comodamente in automobile, così da potersi spostare in completa libertà, senza orari prestabiliti, file per l’imbarco e via dicendo.

Prima di caricare il bagagliaio e partire verso la meta prestabilita, però, è bene controllare per bene l’automobile: prima delle vacanze, insomma, un check up dell’auto è d’obbligo. Scopriamo quali sono i controlli che non possono mancare!

Vacanze in automobile: i controlli da fare prima di partire

Basta poco per rovinare delle vacanze. Si pensi a un guasto grave dell’automobile durante il viaggio di andata, tale da bloccare la macchina in autostrada, o magari in qualche stradina sperduta di campagna. O ancora peggio, si pensi a un incidente causato proprio da una cattiva manutenzione dell’automobile. Molto meglio, quindi, fare un controllo veloce – ma non troppo – della vettura nei giorni precedenti alla partenza. Ecco una checklist completa:

Controllo freni auto: il primo tra i controlli da fare è quello dei freni, e quindi le pastiglie, i dischi e le ganasce dei freni a tamburo. Per garantire una buona frenata – e quindi un arresto rapido dell’automobile in caso di emergenza – tutto deve essere perfettamente in ordine. Dei freni poco reattivi si traducono infatti in un più esteso spazio di frenata, il quale cresce ulteriormente all’aumentare della velocità e del carico.

Controllo pneumatici: altro controllo veloce va poi fatto agli pneumatici, che non devono essere eccessivamente usurati e, ovviamente, devono essere gonfiati al punto giusto. Vale dunque la pena investire qualche minuto per controllare il battistrada e la presenza di eventuali crepe, nonché per verificare che la pressione sia entro i termini prestabiliti.

Ruota di scorta: spesso ci si dimentica di controllare lo stato della ruota di scorta. Questo è però un grave errore, in quanto una ruota di scorta sgonfia è inservibile. Molto meglio dunque controllare la ruota di scorta posta al di sotto del bagagliaio, nonché la presenza di tutti gli strumenti necessari per un cambio ruota d’emergenza.

Liquido tergicristalli: la polvere, gli insetti, lo smog. Durante un lungo viaggio il parabrezza si sporca velocemente, e per questo è bene verificare di avere una buona scorta di liquido detergente per i tergicristalli.

Liquido di raffreddamento: prima di partire per le vacanze in automobile è d’obbligo il controllo del liquido dell’impianto di raffreddamento, per non rischiare di trovarsi con pericolosi aumenti di temperatura a livello del motore.

Olio motore: solitamente, nelle auto più moderne, è sufficiente cambiare olio e filtri al momento del tagliando. Chi si appresta ad affrontare un lungo viaggio, però, farebbe comunque bene a controllare il livello dell’olio.

Fari e luci: ecco un altro controllo molto veloce che però, molto spesso, ci si dimentica di fare. Il rischio è però quello di trovarsi in viaggio, magari di notte, con dei fari spenti. Ecco quindi che, nei giorni precedenti alla vacanza, è consigliabile controllare il funzionamento di tutte le luci dell’auto. Si parla dunque dei fari di posizione, dei fari anabbaglianti, dei fari abbaglianti e, già che ci siamo, delle frecce, delle luci della retromarcia e di quelle dei freni. In questo modo si potranno anche scongiurare importanti multe!

Controllo seggiolini: chi viaggia con dei bambini deve prestare attenzione anche ai seggiolini, i quali, oltre a essere omologati e della misura corretta, devono essere in buono stato.

Controllo documenti: ecco un controllo che non ha che fare direttamente con l’auto, ma che va assolutamente fatto. Prima di partire per delle vacanze che possono durare una, due o perfino tre settimane, è bene dare un’occhiata a tutte le scadenze legate all’automobile. Pensiamo quindi a revisioni, tagliandi, scadenza della patente di guida, scadenza del bollo e scadenza dell’assicurazione.

Mettersi alla guida per un lungo viaggio

Non solo l’automobile deve essere in ottima forma: anche il guidatore, infatti, deve essere nelle condizioni di guidare nel migliore dei modi. É bene quindi assicurarsi di mettersi alla guida ben riposati. Bisogna pianificare la partenza in modo da avere una buona notte di sonno alle spalle, evitando levatacce dopo dormite particolarmente brevi, nonché abbuffate che potrebbero rendere particolarmente faticosa la guida.

È bene inoltre studiare il percorso che si dovrà affrontare, nonché fare affidamento su un navigatore GPS, o come minimo su un segnalatore in grado di avvisare in tempo reale in caso di rallentamenti, incidenti o autovelox. I dispositivi COYOTE, in questo senso, sono degli alleati imbattibili, per rendere il viaggio più veloce e più sicuro, grazie al loro sistema di allerte.

Non è tutto qui. Per assicurare un viaggio confortevole è consigliabile spendere qualche secondo prima di partire per regolare alla perfezione la posizione del sedile, l’inclinazione dello schienale e l’altezza del poggiatesta. Così facendo, la schiena e le braccia saranno più comode e rilassate e, in caso di incidente, il collo sarà maggiormente protetto.

Infine, per chi viaggia con degli amici a quattro zampe, ci sono alcuni controlli in più da fare. Per viaggiare in sicurezza e per evitare multe, infatti, bisogna ricordarsi che cani e gatti non possono essere lasciati liberi nell’abitacolo dell’automobile. Sono dunque necessari dei divisori da posizionare all’interno dell’abitacolo oppure, in alternativa, delle cinture di sicurezza per cani o dei trasportini per gatti. Il trucco, in ogni caso, è quello di abituare gli animali domestici all’auto prima di partire per un lungo viaggio, nonché programmare delle frequenti fermate per sgranchire le gambe… di tutti i passeggeri, animaletti compresi!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here